carrirc.attivoforum.com
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

carrirc.attivoforum.com

Se il MEZZO MILITARE è il tuo INTERESSE, sei nel posto giusto...e il nostro Club è TUTTO GRATIS!
 
IndicePortaleGalleriaCercaRegistratiAccedi
Accedi
Nome utente:
Password:
Connessione automatica: 
:: Ho dimenticato la password
Cerca
 
 

Risultati per:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Statistiche
Abbiamo 85 membri registrati
L'ultimo utente registrato è maurizio

I nostri utenti hanno pubblicato un totale di 21774 messaggi in 1489 argomenti

 

 2012 ?

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5981
Data d'iscrizione : 09.02.11

2012 ? Empty
MessaggioTitolo: 2012 ?   2012 ? EmptySab 12 Nov - 16:09:27

.



Ci sarebbe tanto da dire sulle aspettative del famigerato 2012 da non poter essere pubblicato, però in chiave semplice e comprensibile qualcosa a portata di tutti si può dire.



Chi si aspettasse chissà quale sconvolgimento mondiale tale da portare la fine dell’umanità si è peccato di cecità sull’ignorare quanto lentamente ma con una costante in velocità nel portare fatti solo apparentemente scollegati tra di loro, mentre, non lo sono per un fattore che li riunisce mettendo di fronte a chiunque intenda vederne le realtà come cause di un disegno evidente.

La posizione del nostro sistema solare si trova nell’Acquario e questo per molti suona come insignificante, eppure il passaggio è conosciuto come un pettine dove ogni nodo non passa.

Da anni sono precipitate condizioni ambientali e sociali mai prima dora registrate, attribuite a fattori metereologici compromessi dall’effetto serra che non rispettano la verità in quanto il pianeta Terra si ripete in cicli alterni modificandosi sul clima e le prove si trovano nel suo passato (l’ultima piccola glaciazione è avvenuta nel 1600) e di effetti serra dovute a gas immessi nell’atmosfera non ci sono stati.

Le condizioni sociali in un solo secolo sono diventate impensabili e complesse tanto da essere sfuggite di mano a qualsiasi aspettativa fin qui dove per un fattore prevedibile ma impensabile per i più sta agendo oltre le leggi e le stesse possibilità umane. L’Acquario diventa il legislatore, il livellatore, il giustiziere in certi casi chiamato la legge divina che spazza via i poteri umani per ristabilire le leggi cosmiche e per capire questo concetto si deve aprire la coscienza all’Universo che preme sulla materia terrena senza dimenticare la polvere da cui deriviamo per ritornare tale, insomma l’uomo non è che un granello di polvere nell’Universo intanto che si crede il padrone del suo mondo.

Lo ha creduto Geddafi e prima di questo despota accecato dal potere terreno anche Saddam Hussein e prima altri come questi in epoche recenti. L’Acquario è la falce che porta gli equilibri sconnessi, vedi le economie mondiali in crisi di tracollo in nazioni che fino a mesi fa nascondevano sfacciatamente la banca rotta imminente. Popolazioni immerse nel bengodi contrapposte a terre abbandonate dove la fame e la mancanza d’acqua mietono migliaia di persone al giorno non possono continuare una disparità senza la dovuta interruzione, incominciando dal un sociale che negli ultimi 50 anni ha navigato nella spensieratezza di uno stato di benessere scontato e da esigere come dovuto.

Antiche leggi non scritte arrivate ai giorni nostri dicono che se una mano stringe un oggetto prezioso, l’altra è vuota. Se delle immense ricchezze sono accumulate da un lato significa che il lato opposto ne è stato privato. E questo squilibrio va naturalmente ristabilito. La contraccezione come il controllo sulle nascite è temuto da coloro che conoscono le leggi degli equilibri e chi lo vorrebbe applicare, o lo sta già facendo, è destinato a pagare il debito contratto.

L’universo pianeta Terra, dove in molti credono sia governato dagli uomini, è un ecosistema presente prima della comparsa dell’uomo stesso e questo parassita è uno dei tanti ospiti di passaggio in quanto se pure con la sua brevissima vita ha lasciato una storia in verità disonorevole segnata da alti e bassi notevoli dovuti non certo all’uomo ma sempre alle leggi che ne governano gli equilibri.

La casualità va a braccetto con la causatività e nulla è casuale attorno a noi, ma è causato da principi dominanti bellamente ignorati dai nulla sapienti, dove in seguito si chiedono come mai le cose non vadano per il verso giusto. L’ingordigia umana si è appropriata del sociale altrui affamando e derubando nazioni ricche di culture e di risorse per farne dei profitti a spese d’altri, e questo prendere si deve rendere sulla distanza del tempo. Il crimine non paga e chi lo percorre è un perdente, le galere sono piene di furbi che non l’hanno fatta franca. L’omicidio ricade su chi lo commette, sempre e se non incorre nella giustizia umana deve presentare il conto a quella universale, poiché come materia è soggetto a rendere il pareggio sul maltolto. Chi uccide, uccide se stesso, ma è troppo difficile da comprendere in un’epoca che sta toccando la curva di ritorno.

Le città sono diventate trappole per topi e lo sono sempre stati gli enormi insediamenti umani nei secoli passati. Antiche civiltà hanno edificato in luoghi noti straordinarie costruzioni inspiegabili per locazione e per vastità, la stessa Roma dei cesari ha stupito il mondo di quel tempo per la sua smisurata grandezza costruita depredando l’Europa di allora e dove le stesse ruberie ha dovuto rendere nel suo decadimento. Che differenza passa tra un ladro preso sul fatto e la nazione che sottrae una proprietà d’altri? Nessuna se non la misura da rendere nel tempo sul furto.

Le americhe se ne stavano nell’Oceano prima che le invasioni europee le conquistavano distruggendo i residenti di diritto eliminando culture millenarie superiori a quelle europee (fu come uno scontro di barbari ignoranti di fronte a civiltà talmente evolute da diventare incomprensibili) con il solo scopo di predare i popoli nativi di ogni fonte di ricchezza dove la loro vera ricchezza è stata solo il sapere. Queste popolazioni erano giunte al massimo della loro conoscenza e dovevano scomparire? Indio, Maya, Aztechi, Toltechi, gli stessi indiani delle praterie nord americane avevano raggiunto il massimo delle loro evoluzioni e dovevano lasciare il posto alla nuova ignoranza giunta da un altro continente in fase di sviluppo umano? L’Europa del secondo millennio completamente impoverita dalla caduta dei fasti romani per una legge degli equilibri ha dovuto viaggiare verso l’Ovest in cerca della terra promessa per togliere a chi ne aveva quanto gli mancava? Il ladro paga il debito subito, il suo piccolo disegno fallisce in un attimo, però la storia insegna che le moltitudini predatrici (l’Impero Romani) come i razziatori delle praterie americane o i colonizzatori dell’800 nelle afriche, in India, hanno o devono ancora pagare quanto sottratto.

Geddafi chiese ed ottenne i risarcimenti sui danni di guerra e l’Italia li concesse. L’ignoranza gridò allo scandalo e fu come perdere la faccia di fronte al mondo intero. L’Italia ha dimostrato come una faida annosa si trasformasse in un successo commerciale che dietro le quinte ha dato un tremendo fastidio a chi hanno ancora dei conti aperti in sospeso, vale dire a tute quelle nazioni che delle sponde africane sul Mediterraneo ne hanno fatto come colonie proprie affamando popoli che del nostro modo di vita non ne volevano sapere.

I disastri ambientali negli ultimi decenni hanno una ricorrenza devastante e sono impossibili da prevedere per la forza distruttrice, è un processo irreversibile che continuerà per altri decenni futuri ridimensionando le zone urbanistiche in misura maggiore dalle più azzardate previsioni. Un esempio recente si è visto a Genova dove il solo innalzamento ipotetico del livello marino di 1 metro ne sconvolgerebbe l’intero litorale. Geologicamente e sono da vedere, intere piattaforme sommerse un tempo diventate terre emerse sono ostate occupate dall’uomo che ne ha fatto aree urbane, Alberga, potrebbe diventare un Venezia morta, come una buona parte genovese senza nessuna possibilità d’interventi umani.

A meno di mille metri da dove abito 900 anni fa un lago di montagna si riempì di ghiaia fino a scomparire, ora le costruzioni a più piani accusano forti vibrazioni per colpa della zona industriale anch’essa costruita sull’antica base di pietrisco di fiume (pietre tonde impossibili da incastrare l'una nelle altre) e facili da entrare in risonanze se sollecitate. L’uomo ha trascurato l’aspetto naturale di un sottosuolo instabile sottraendo ancora una volta quello che dovrà rendere nel tempo. In casi sismici cosa accade in centri abitati costruiti su piattaforme di pietrame tondo?

Per capire almeno le basi degli equilibri universali si devono osservare gli eventi come naturali conseguenze di errori precedenti commessi con leggerezza come le economie e le stesse politiche in collassi grandiosi tuttora. I governi della Repubblica sono stati 60 in 66 anni dalla fine del conflitto mondiale, un vero stillicidio politico dove ognuno nella logica individualistica ha procacciato per sé e non per il Popolo Sovrano sancito dalla Costituzione, l’italiano è cresciuto attraverso l’illusione del finto benessere dei pagherò uscendo da una povertà senza capire che si infilava in un’altra peggiore da lasciare ai propri figli e qui “le colpe dei padri ricadranno sui figli” ci sta alla grande.

Quasi all’improvviso gli stati industrializzati europei hanno accusato i tracolli commerciali con precipitose cadute in borsa portando le economie interne a truccare i bilanci monetari in truffe bancarie con prestiti a cappio per rimpinguare le enormi perdite subite con i peggiori investimenti mai fatti prima, oggi l’azzardo sul profitto è diventato l’arma a doppio filo dove solo incontrando un equilibrio super partes può fermare un’azione suicida dell’intero palinsesto bancario ormai privato da quella linfa che solo il “risparmio” ha potuto dare. L’indebitamente pubblico è nato un modello voluto da governi scioperati che hanno portato la popolazione a condizioni di vita superiore alle loro possibilità e sono di epoche recenti le “rottamazioni” proposte alle vittime predestinate per salvare le industrie incancrenite dai profitti che non esitano negli espatri pur di sopravvivere a spese d’altri. L’ialiota di turno si cambia l’auto di due anni rateizzando l’altra nuova usufruendo di vacanze che pagherà al suo ritorno, chiedendo prestiti ogni cosa di cui non si vuole privare, lavora meno e produce molto meno di quando il debito pubblico era contenuto, si vanta di un’ignoranza colta fingendo che tutto va bene accettando per oro colato tutto quanto ascolta per sentito dire e qual è il suo domani?

Chiunque, stato o nazione, uomo o sociale associato, partiti e religioni “leggi culture” improprie e contro sopravvivenza umane, sono destinate a scomparire, ogni dissonanza vibrazionale in vigore sul pianeta sta subendo un riallineamento naturale, la curva cosmica dove ci troviamo accelera ogni pendenza materialmente fisica verso la resa dei conti, persino le malattie conosciute con processi di decadimento lunghi si sono ridotte in tempi brevi come se si passasse da un imbuto la cui sommità ampia si riduce in un forzato passaggio stabilito, l’era dell’Acquario sta facendo piazza pulita sulla faccia della terra e lo fa come ha sempre fatto per eoni di tempo.

L’uomo deve “pensare” un futuro da immaginare molto differente da questo presente in disfacimento, l’Italia non sarà più la stessa e con lei neanche chi la critica ostentando fandonie per reggersi a galla.

Il 2012 è come la favola del santo gral “leggi Sangreall” dove in questa epoca gli sciocchi immaginano la fine del mondo intanto che i loro conti non tornano a fine giornata e la loro vita è diventata un’evasione dalla realtà per sopravvivere in banali passatempi illusori, oggi si sprecano le risorse individuali in vere metafore demenziali dove l’imbecille di turno si seppellisce in tempi morti, eppure anche l’imbecille vive la sua unica vita una sola volta aggrappandosi alla stessa nave che affonda.

.
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5981
Data d'iscrizione : 09.02.11

2012 ? Empty
MessaggioTitolo: Re: 2012 ?   2012 ? EmptyDom 13 Nov - 20:15:03

.

Vorrei contestare questa parte del tuo articolo (Chiunque, stato o nazione, uomo o sociale associato, partiti e religioni “leggi culture” improprie e contro sopravvivenza umane, sono destinate a scomparire, ogni dissonanza vibrazionale in vigore sul pianeta sta subendo un riallineamento naturale, la curva cosmica dove ci troviamo accelera ogni pendenza materialmente fisica verso la resa dei conti, persino le malattie conosciute con processi di decadimento lunghi si sono ridotte in tempi brevi come se si passasse da un imbuto la cui sommità ampia si riduce in un forzato passaggio stabilito, l’era dell’Acquario sta facendo piazza pulita sulla faccia della terra e lo fa come ha sempre fatto per eoni di tempo.) perchè se le tue affermazioni sono giuste dovrebbero sparire le religioni, degli stati interi, dei partiti politici e persino la sanità socialmente indebolita potrebbe acutizzare restringendo i tempi stabiliti?

Risposta

... non ho certo le doti di preveggenza e mi baso sui fatti incominciando dalle culture religiose "leggi conoscenze e non fede" trascurate e decadenti per le generazioni di adesso ... la Libia è stata uno stato di dittatura tirannica, ora non ce più ... l'Iraq idem ... la Siria sta cambiando ... la nostra politica ha dato nuove dimissioni ... l'economia mondiale barcolla e gli occhi sono puntati sull'Europa ... socialmente siamo meno sani di 50 anni fa, fisicamente robusti e ben nutriti da un lato e mortalmente insani mentalmente dall'altro ... l'indice di mortalità sotto i 30 anni è salito del 75% ... l'Halzaimer è regredito dalla soglia dei 70 anni a 50 anni ... la Leucemia dai 50 ai 25 ... la Tiroide colpisce prima dei 20 anni ......... dovresti capire cos'è la curvatura dello spazio per sapere i problemi delle accellerazioni in corso ...... il tempo degli antichi egizi rispetto al nostro era addirittura "rarefatto" ... immagina due treni in corsa paralleli con due velocità diverse ... entrambi arrivano alla stessa stazione, ma con tempi molto differenti tra loro.

Il Giornale ringrazia

.
Torna in alto Andare in basso
 
2012 ?
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» >> AL CINEMA >> ROMANZO DI UNA STRAGE (2012) DVDrip

Permessi in questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.
carrirc.attivoforum.com :: IL GIORNALE DI SVEN-
Vai verso: