carrirc.attivoforum.com
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

carrirc.attivoforum.com

Se il MEZZO MILITARE è il tuo INTERESSE, sei nel posto giusto...e il nostro Club è TUTTO GRATIS!
 
IndicePortaleGalleriaCercaRegistratiAccedi
Accedi
Nome utente:
Password:
Connessione automatica: 
:: Ho dimenticato la password
Cerca
 
 

Risultati per:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Statistiche
Abbiamo 85 membri registrati
L'ultimo utente registrato è maurizio

I nostri utenti hanno pubblicato un totale di 21706 messaggi in 1488 argomenti

 

 La battaglia di Villers-Bocage

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5926
Data d'iscrizione : 09.02.11

La battaglia di Villers-Bocage Empty
MessaggioTitolo: La battaglia di Villers-Bocage   La battaglia di Villers-Bocage EmptyMar 2 Ago - 22:31:31

.Personale.



... capire il difetto di un fatto storico è un esercizio mentale tra i più divertenti e se vogliamo "nutrienti" che non solo appaga la curiosità ma porta un beneficio culturale per chi ama la sana conoscenza... e chi pratica il modellismo ha in sé la brama del sapere...

... buona lettura... e qui ci sono stato......

Diverse settimane dopo il D-Day del 6 giugno 1944, dopo lo Sbarco in Normandia, gli Alleati erano riusciti a consolidare il nuovo fronte francese. Nella zona ad ovest di Caen, la spinta verso Caumont una parte della 5. Armata USA costrinse l'Oberkommando della Wehrmacht (OKW) a spostare la 352. Divisione di fanteria tedesca, lasciando in tal modo scoperto il fianco sinistro della Panzer Lehr.
Il generale Montgomery, conscio dell'opportunità offertagli da questi fatti, decise di sfruttare a proprio vantaggio il nuovo assetto dello schieramento difensivo tedesco, lanciando l'Operazione Perch: la 7. Divisione corazzata britannica (i famosi "Topi del deserto") iniziò così una manovra a tenaglia a largo raggio per circondare le postazioni della Panzer Lehr e per cogliere in tal modo i tedeschi impreparati. Perché tale manovra avesse pienamente successo era necessario occupare il villaggio francese di Villers-Bocage.

Le forze britanniche erano però ignare della presenza in zona della 2. Kompanie dello Schwere SS-Panzer-Abteilung 101, sotto il comando dell'SS-Obersturmfùhrer Michael Wittmann che aveva ricevuto l'ordine di occupare e tenere la Collina 213, situata in posizione trasversale rispetto a Villers-Bocage. Dopo aver raggiunto la propria posizione nella notte, a causa dei continui attacchi aerei alleati, Michael Wittmann ed i suoi carri si posizionarono a circa 150 metri a sud della statale RN75.

Vediamo le forze in campo.

Il comando britannico in tale operazione impegnò circa 200 veicoli corazzati, delle seguenti unità;
8. Reggimento Reale Irlandense Ussari
4. Reggimento Guardia territoriale di Londra; con l'obiettivo di catturare e tenere la collina 213
1. e 7. Reggimento Reale della Regina; con l'obiettivo di conquistare tutte le vie di accesso a Villers-Bocage
5. Reggimento Reale Carri; con l'obiettivo di catturare e tenere l'area tra Maisoncelles-Pelvy (3 km a sud-ovest)
5. Reggimento Reale di Artiglieria ippotrainata; con l'obiettivo di catturare e tenere le altre uscite della città. I compagnia fucilieri A.

I tedeschi, per contro, potevano contrapporre la 2. Kompanie dello Schwere SS-Panzer-Abteilung 101 (6 carri Tiger I), che nel corso della battaglia venne supportata dalla 1. Kompanie e da elementi della divisione corazzata Panzer Lehr.

Lo scontro.

I tedeschi in allerta seguirono l'avvicinamento della colonna inglese completamente ignara e scoperta non sapendo della presenza nemica seguendo la via principale che portava nel villaggio di Bocage.


Alle 9.00 il Tiger di Wittmann iniziò l’attacco; pochi minuti più tardi, muovendo in direzione di Caen, tre carri armati (2 Cromwell e un Sherman Fireflies) erano già stati distrutti. Wittmann dirigendosi in seguito verso il centro del paese, per attaccarre i veicoli leggeri e la brigata di fanteria che l'avevano occupato, distrusse 9 mezzi corazzati, 4 carri Carden Loyd, altri due veicoli, e due cannoni anticarro da 6 pollici, oltre a 4 carri Stuart e ad un altro veicolo corazzato. Entrato in città distrusse tre dei quattro carri Cromwell situati a nord della fabbrica Lemonnier.

Entrando a tutto motore a Villers-Bocage il Tiger di Wittmann distrusse 2 Sherman Fireflies in via Clènceau, mettendo fuori uso anche una jeep da ricognizione e un altro veicolo corazzato; giunto in piazza Giovanna Darc venne a trovarsi opposto allo Sherman Fireflies del sergente Lockwood dello Squadrone B. (In quel periodo gli Sherman Fireflies erano gli unici carri armati in grado di opporsi efficacemente in un combattimento uno-contro-uno con i Tigre tedeschi.)
Il Firefly di Lockwood sparò quattro colpi del proprio 17 libbre contro il Tiger di Wittmann. Un proiettile colpì la torretta del Tiger (danneggiandolo leggermente) che reagì facendo crollare una sezione di muro sullo Sherman. A questo punto Wittmann eseguì un mezzo giro con il proprio carro e tornò rapidamente in via Clènceau dove il carro Cromwell del capitano Dyas non era ancora stato distrutto e che sparò tre colpi da 75mm che però non riuscirono a bloccare il Tiger. Wittmann rispose immediatamente al fuoco e con un solo colpo del proprio cannone da 88mm mise il Cromwell fuori combattimento.

Appena Wittmann procedette nuovamente lungo la strada Bocage, il suo carro fu colpito al cingolo sinistro da un proiettile anticarro da 6 libbre. Ciò l’obbligò a fermarsi sulla strada, davanti al magazzino di Huet-Godefroy, ma non senza impegnare in battaglia tutti i bersagli che si trovavano a tiro. Ritenendo che il carro potesse essere recuperato e riparato più tardi, Wittmann ed il suo equipaggio lo abbandonarono senza distruggerlo, lasciando la scena della battaglia a piedi e disarmati.

Finirono quindi per unirsi al Quartier Generale della divisione Panzer Lehr, situato a circa 7 km. da Villers-Bocage.
Wittmann fu quindi riportato indietro nella sua Schwimmwagen al Punto 213, dove si unì con Karl Mobius, comandante della 1. Compagnia, e discusse con lui l'insistenza di un secondo attacco che il 101. Abteilung era in procinto di effettuare.
I carri della 1. Compagnia entrarono in città lungo Evrecy Road e si unirono a quelli della Panzer Lehr sulla piazza del mercato, potendo così continuare la loro offensiva. Le forze furono distribuite in modo da occupare la città da Pasteur Street verso piazza Giovanna Darc, su via Saint-Germain, su Emile Samson e verso gli incroci di via Jeanne Bacon e Joffre Boulevard. Ad ogni modo, la resistenza inglese era ormai organizzata e l'effetto sorpresa non fu più realizzato. Il cannone anticarro da 6 libbre del 1/7th Queen's, sistemato su via Jeanne Bacon, riuscì a piazzare dei colpi su 3 Tiger; di questi solo uno potètte essere riparato.

Bilancio finale.

Alla fine della battaglia le forze inglesi stilarono un bilancio delle perdite di 8 carri Cromwell, 4 Sherman Fireflies, e un certo numero di carri leggeri Stuart, a cui si aggiunsero altri 30 veicoli.

Per contro i tedeschi persero solo 6 Tiger (dei quali 3 vennero successivamente riparati e poterono rientrare in azione) e 5 Panzer IV.

La propaganda tedesca trasformò i protagonisti dello scontro in eroi: gli eventi di Villers-Bocage contribuirono a creare un'aurea di leggenda attorno alla figura di Wittmann, a cui vennero accreditati 27 dei 30 carri britannici distrutti. In realtà testimonianze successive, dimostrarono che il carro di Wittmann nello scontro distrusse 12 carri (5 Cromwell, 3 Honey/Stuart, 4 Sherman) a cui si devono aggiungere 1 carro di ricognizione, 10 veicoli corazzati e altri 4 veicoli di trasporto.

Il superiore di Wittmann, l'SS-Oberstgruppenfùhrer Sepp Dietrich, lo menzionò per la Croce di Cavaliere con Fronde di Quercia e Spade, riconoscimento che gli venne consegnato personalmente da Hitler il 25 giugno a Berchtesgaden. Dopo aver fatto ritorno in Francia, Wittmann perì con l'equipaggio poche settimane dopo, verso la fine di agosto, si dice, nei combattimenti della Sacca di Falaise.

(pare neppure in combattimento, ma colpito da un aereo solitario, il carro fu trovato distrutto in una zona priva di segni di combattimento)


La battaglia di Villers-Bocage AVlgtf0
... Michael Wittmann con il suo equipaggio... sullla canna del cannone l'impressionate numero dei carri accreditati....


... sul posto la gente di Bocage (a differenza degli italiani che di memoria sono scarsi) attorno al bistrò con del pastis allungato, la versione dello scontro la raccontano a modo loro...


La battaglia di Villers-Bocage AVlhZ1r
... qui si vede la colonna e chiaramente si notano i conducenti rilassati... lo Sherman ha la 20mm abbassata e il carro Cronwell lo segue con i portelli aperti...

... nessuno abitante di Bocage disse una parola sui tedeschi in agguato... la paura di una carneficina punitiva li zittì nel villaggio non ci rimase nessuno scappando sulle colline...

La battaglia di Villers-Bocage Pqlyy_S
... le immagini del villaggio dopo l'attacco... il carro inglese Cronwell centrato da Wittmann...

La battaglia di Villers-Bocage PqlyXXi
... l'immediato rientro in azione di Wittmann...

... i testimoni di vecchia data parlano di vittoria inglese subito dopo il primo e secondo scontro, gli inglesi reagirono agli attacchi successivi tenacemente coperti da rinforzi arrivati e ben protetti dalle macerie dell'abitato semidistrutto... gli inglesi avevano molti carri leggeri, inadeguati contro i panzer tedeschi, i migliori li avevano persi nel primo scontro, però i tedeschi ne avevano di meno preferendo ritirarsi subito dopo il secondo attacco... secondo chi ricorda i fatti, gli inglesi si preparono insediati e ben protetti convinti che i tedeschi attaccassero il giorno dopo con le fanterie coperte da nuovi carri fatti confluire.... invece dietro le linnee tedesche i carri di rincalzo diventavano sempre più dei fantasmi...

Al termine del conflitto gli abitanti di Bocage seppero che il villaggio era diventato famoso per l'azione eroica di un carro tedesco che ricordavano di avere visto entrare dal villaggio sulla parte opposta e incominciare a sparare all'impazzata sulla colonna inglese intrappolata.

Di certo Wittmann, sicuro di sé ed in cerca di nuove vittorie, ambizioso e sprezzante comandante, non mancava di coraggio sconsiderato nel gettare il Tiger contro gli inglesi DOPO averne viste le forze contrapposte... gli Sherman li conosceva bene e li sapeva inoffensivi (infatti, fu fermato da un colpo fortunoso di un cannone contro carro appostato) sui Cronwell non c'era storia armati con i 76mm Pounder ed è per questa ragione che si buttò a capofitto nella mischia contando sul rischio calcolato... la sue azioni nelle battaglie fatte in passato gli avevano dato una decisa esperienza e questo dev'essere stato il fattore determinante che lo condusse nell'agire di prepotenza e questo modello di comandante era preso al volo dalle organizzazioni di propaganda capaci di inventare e distruggere verità a comando... Micheal Wittmann appartiene alla storia e gli eroi sono senza bandiere, sono vite spezzate come l'ultimo dei soldati senza onore ne parte che scompare nel nulla insieme a migliaia di altre vittime... follia umana mischiata al dovere, che chiama sordo al rispetto per la vita donata....

Villers-Bocage ... un esercizio per modellare il difetto di ascoltare il doppio suono di una sola campana....

Osservazione di Sven; .... bha, che dire, bisogna credere dopo avere visto ed ascoltare solo dopo, la propria opinione, se sbaglio voglio prendermela con me stesso senza l'aiuto di altri.

....

.
Torna in alto Andare in basso
 
La battaglia di Villers-Bocage
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
carrirc.attivoforum.com :: IL GIORNALE DI SVEN-
Vai verso: