carrirc.attivoforum.com
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

carrirc.attivoforum.com

Se il MEZZO MILITARE è il tuo INTERESSE, sei nel posto giusto...e il nostro Club è TUTTO GRATIS!
 
IndicePortaleGalleriaCercaRegistratiAccedi
Accedi
Nome utente:
Password:
Connessione automatica: 
:: Ho dimenticato la password
Cerca
 
 

Risultati per:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Statistiche
Abbiamo 85 membri registrati
L'ultimo utente registrato è maurizio

I nostri utenti hanno pubblicato un totale di 21774 messaggi in 1489 argomenti

 

 ... Ferdinand ... Elefant story ...

Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5981
Data d'iscrizione : 09.02.11

... Ferdinand ... Elefant story ... Empty
MessaggioTitolo: ... Ferdinand ... Elefant story ...   ... Ferdinand ... Elefant story ... EmptyDom 10 Lug - 10:05:34

.


.



Jagdpanzer Elefant

Il progetto di un nuovo cacciacarri pesante venne in mente a Ferdinand Porsche dopo che il suo prototipo del carro armato Tiger I (chiamato VK 4501(P)) venne scartato in favore di quello della Henschel.
Il progetto Porsche era caratterizzato da un treno di rotolamento costituito da tre coppie di ruote collegate a una singola barra di torsione (conseguentemente, su ogni lato erano presenti sei ruote e tre sospensioni) e da due motori centrali raffreddati ad aria da 372,8 kW (complessivi), sempre progettati da Porsche, che fungevano da gruppo elettrogeno per due motori elettrici azionanti le ruote motrici, sistemate sia anteriormente che posteriormente. La torretta era la stessa che sarebbe poi stata utilizzata nel progetto Henschel. Dietro assicurazione di Hitler, che emanò informalmente la commessa in favore della Porsche ancor prima del giudizio di tecnici, la fabbrica tedesca aveva deciso di far produrre dalla Nibelungenwerk di Sankt Valentin, in Austria, 101 scafi. Il progetto, però, venne alla fine scartato, a causa della complessità del cambio e per problemi di rottura delle sospensioni, che erano state appaltate dalla Porsche ad una ditta esterna che non riuscì a soddisfare i requisiti richiesti..



La necessità percepita di produrre rapidamente un certo numero di cacciacarri pesanti in grado di montare il cannone da 88/71 da contrapporre ai sempre più numerosi sovietici T-34 e KV portò tuttavia a riesumare il progetto Porsche. Il 22 settembre 1942 iniziarono gli studi e il 30 novembre venne completata una prima bozza. Il 19 marzo 1943 il primo prototipo venne presentato a Hitler a Darłowo che si dimostrò entusiasta, ed ordinò la messa in produzione del nuovo mezzo.
La Nibelungenwerk iniziò quindi a convertire i telai già costruiti: la torretta fu sostituita da una struttura tipo casamatta squadrata (prodotta dalla Alkett e pesante 15.000 kg) il cui centro di massa era concentrato nella parte posteriore del telaio per fare spazio ai due motori, e al suo interno trovavano posto il pezzo principale, le riserve di munizioni e quattro dei sei uomini di equipaggio (il pilota e l'addetto alle comunicazioni si trovavano davanti ai motori; sul retro di questa struttura era collocato un piccolo portello attraverso il quale era possibile rifornire rapidamente il carro; le ruote vennero private dell'anello gommato per semplificarne la costruzione, e i cingoli vennero sostituiti con altri di disegno differente; sulla già generosa corazza frontale venne imbullonata una ulteriore protezione che portò lo spessore totale a 200 mm. Come armamento, venne adottato il KwK 43/2 L/71 da 8,8 cm; i due motori raffreddati ad aria Porsche furono sostituiti da altrettanti Maybach HL 120 TRM da 238,6 kW ciascuno montati nella sezione centrale dello scafo.
In totale, il lavoro di conversione riguardò 91 scafi, completati tra il marzo e il maggio 1943. Questi veicoli vennero battezzati Panzerjäger Tiger (P) Ferdinand, in onore del loro creatore.

Primi impieghi operativi

Nettuno, marzo 1944: soldati tedeschi passano davanti ad un Elefant (notare l'MG 34 sul frontale dello scafo) pronto per essere rimorchiato, probabilmente in seguito ad un guasto meccanico
Tutti i carri modificati tranne due uscirono dalla fabbrica l'8 maggio 1943 e vennero inviati sul fronte orientale cinque giorni dopo per essere assegnati agli schwere Panzerjäger-Abteilung (battaglione cacciacarri pesante) 653 (che ne ricevette 45) e 654 (che ne ricevette 44). Qui presero parte alla battaglia di Kursk, iniziata il 5 luglio 1943. I Ferdinand vennero dispiegati a livello di plotone, talvolta suddivisi in compagnie, con gli altri carri armati e la fanteria a proteggere i fianchi più vulnerabili.
L'impiego operativo lo delineò come arma controversa. Innanzitutto, gli estesissimi campi minati sovietici ne immobilizzarono molti nei primissimi giorni della battaglia. Per esempio, il 5 luglio il 653º Battaglione cacciacarri pesante vide 37 dei suoi 44 veicoli immobilizzati. In secondo luogo, gli inconvenienti tecnici erano molto frequenti, ma la quantità di pezzi di ricambio e di meccanici era inadeguata alle rotture. Un Ferdinand immobilizzato era di scarsa utilità, perché, privo di torretta, poteva ingaggiare i carri nemici solo su un limitato arco frontale (14° a destra o sinistra). I carri isolati o immobilizzati, poi, risultavano particolarmente vulnerabili alla fanteria, che poteva avvicinarsi (il Ferdinand non aveva mitragliatrici per l'autodifesa) e collocare mine magnetiche nelle parti più vulnerabili del carro. Inoltre, i motori elettrici tendevano a surriscaldarsi e a prendere fuoco. La mancanza di un'adeguata protezione dalla fanteria fu responsabile di due perdite totali sino a fine luglio, ma influì ancora più decisamente nel causare ritardi. Infatti se questi veicoli venivano, come spesso capitava, separati dalle truppe amiche, erano costretti ogni volta a ritornare sulle proprie posizioni non essendo in grado di difendersi autonomamente con efficacia.
D'altro canto si rivelava un'arma micidiale e un veicolo pressoché invulnerabile se tenuto dietro le linee in modo da esporre ai colpi nemici solo la corazza frontale. I rapporti di uno solo dei due battaglioni (il 653°) reclamano come vittime dell'unità 320 carri nemici nel corso di tutto il mese di luglio in cambio di 13 perdite totali di Ferdinand. Ipotizzando una tendenziale sovrastima delle vittime del 30% abbiamo un probabile numero di vittime effettive quasi pari a 250.Nasce l'Elefant


Vista frontale del semovente


Il Ferdinand esposto al museo dei mezzi corazzati di Kubinka. La "N" nel parafango sinistro era il simbolo distintivo del 654º battaglione cacciacarri pesante, mutuata dal cognome del suo comandante, il maggiore Noak.


L'Elefant esposto all'US Army Ordnance Museum di Aberdeen. Questo veicolo, abbandonato per un guasto meccanico nei pressi di Nettuno e il cui numero 102 corrispondeva al secondo carro del comando di compagnia, appartenne al capitano Helmut Ulbricht che fece dipingere una "U" nell'angolo superiore destro del retro della casamatta.
Il giudizio dei comandanti tedeschi che avevano combattuto a Kursk fu, alla fine, positivo (non senza critiche) e propositivo.
Dopo aver combattuto fino all'autunno del 1943 i 42 Ferdinand superstiti, più quattro carcasse distrutte e due convertiti in BergeTiger P (carri da recupero), oltre a un superstite dei tre Bergetiger P convertiti dai cinque Tiger P tenuti per test, e i due Ferdinand originali tenuti in Austria (per un totale di 48 Ferdinand e 3 BergeTiger) furono richiamati in fabbrica nel dicembre del 1943 per modifiche. Fu introdotta una MG 34 sullo scafo, si modificò lo scudo dello stesso e la cassetta degli attrezzi fu spostata dal parafango destro a sopra la marmitta. Inoltre fu adottata una cupola del capocarro con otto iposcopi simile a quella dello StuG III per migliorare la visibilità. Furono risolti i problemi di surriscaldamento dei motori elettrici che divennero piuttosto affidabili, e lo scafo fu ricoperto di Zimmerit per evitare le mine magnetiche. Le modifiche, terminate nel marzo 1944, interessarono 48 dei 51 carri. I mezzi già trasformati in carri recupero non vennero sostanzialmente modificati.
Il carro modificato vide il suo peso accresciuto dalle circa 65 t originarie a circa 70 t e venne ribattezzato ufficialmente Elefant il 1º maggio 1944.

Il secondo impiego

Gli Elefant furono impiegati nuovamente sul fronte orientale e su quello italiano (dove arrivarono alla fine del febbraio 1944) sempre in dotazione al 653º e 654º Battaglione cacciacarri pesante. In Italia parteciparono alle operazioni per contrastare la testa di ponte alleata ad Anzio (operazione Shingle) e solo tre di essi fecero ritorno all'unità madre in estate.
In autunno i veicoli rimasti furono inquadrati nella nuova 614ª Compagnia cacciacarri pesante e 13 - 14 esemplari furono anche impiegati sul fronte occidentale nell'offensiva delle Ardenne.
Gli ultimi quattro superstiti parteciparono alla battaglia di Berlino nei pressi di Zossen. Debitamente utilizzati, si rivelarono micidiali mezzi difensivi, soprattutto in riguardo alla statica difesa delle teste di ponte. Il cannone KwK 43 era in grado di perforare persino la corazzatura dei carri JS-2 da lunghissima distanza, in particolare quando utilizzava i nuovi proiettili con nucleo di tungsteno (raramente disponibili a causa della scarsità di tale metallo nel Reich).

Esemplari attualmente esistenti

I sovietici catturarono a Kursk diversi esemplari di Ferdinand. Giudicato complesso e poco adatto alle loro esigenze operative, non fu né riutilizzato né copiato. Venne inviato a Kubinka per prove di valutazione, e un esemplare è tuttora in mostra presso il museo dei blindati della città.
Gli Alleati catturarono alcuni Elefant ad Anzio, dei quali un solo superstite ora è in mostra all’United States Army Ordnance Museum.
Questi due corazzati sono, attualmente, gli unici mezzi di questo tipo sopravvissuti.

Esistono molti modi di trattare l'arte modellistica ed uno di questi è la divulgazione informativa data come documento di curiosità e di opinioni su vasta scala raccolte per soddisfare anche le semplici curiosità dell'utenza con desideri di approfondimento sul soggetto oltre la banale operazione di RCIZZARLO per farne oggetto di gioco.


.segue.


flower
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5981
Data d'iscrizione : 09.02.11

... Ferdinand ... Elefant story ... Empty
MessaggioTitolo: Re: ... Ferdinand ... Elefant story ...   ... Ferdinand ... Elefant story ... EmptyDom 10 Lug - 10:14:44

.


... da anni raccolgo informazioni di ogni tipo su qualsiasi veicolo blindato e tra questi ho seguito le varie opinioni espresse da validi estimatori che ne commentano i prego con i difetti reali di questo sfortunato abbrobrio voluto da Porsche come carro d'attacco pesante finito in seguito nel ruolo di artiglieria blindata ...


... da un cenno 24 aprile 2009

Buon giorno a tutti i forumisti.
Da appassionato modellista ed estimatore del pesante cacciacarri ho raccolto parecchie informazioni sul mezzo Ferdinand evolutosi in Elefant poi...
se, ovviamente è di interesse comune e col benestare dei moderatori e dell'amministratore posso in questo topic allegare tutti i link e le immagini che possono erudire sul mezzo in questione in modo da dare un utile riferimento visivo e bibliografico...anche se virtuale.
Fatemi sapere.
Tra i libri il migliore purtroppo solo in lingia inglese è quello di Karlheinz Munch- The history combat of heavy antitank 653 unit con foto eccezionali.
Anche wikipedia traccia una interessante sintesi
http://it.wikipedia.org/wiki/Elefant_(cacciacarri)

.segue.

.



Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5981
Data d'iscrizione : 09.02.11

... Ferdinand ... Elefant story ... Empty
MessaggioTitolo: Re: ... Ferdinand ... Elefant story ...   ... Ferdinand ... Elefant story ... EmptyDom 10 Lug - 10:18:41

.

2 ottobre 2007

Si sono un fan di questo possente e sgraziato mezzo...prima non c'era internet e i pochi ed imprecisi libri costavano parecchio e le informazioni erano dubbie oggi fortunatamente si sa di piu' mi metto quindi nei panni di chi invano cerca notizie passando tempo in rete e cerca..cerca..cerca.

.segue.

.

Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5981
Data d'iscrizione : 09.02.11

... Ferdinand ... Elefant story ... Empty
MessaggioTitolo: Re: ... Ferdinand ... Elefant story ...   ... Ferdinand ... Elefant story ... EmptyDom 10 Lug - 10:24:32

.


Raffronto sulle differenze principali ferdinad ed elefant inoltre ripeto gli elefant e i bergelefant HANNO TUTTI LO ZIMMERIT dopo la loro conversione.



... Ferdinand ... Elefant story ... Vxok2e


flower
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5981
Data d'iscrizione : 09.02.11

... Ferdinand ... Elefant story ... Empty
MessaggioTitolo: Re: ... Ferdinand ... Elefant story ...   ... Ferdinand ... Elefant story ... EmptyDom 10 Lug - 10:29:34

.


4 ottobre 2008

.... la storia? faccio una veloce sintesi... bello il then/now immagino il terrore o l'apprensione di chi vide oltre 65 anni fa fermarsi in piazza quel mastodonte e poi vederlo esplodere!
Dunque...dovendo progettare il carro di grossa stazza in grado di surclassare come potenza,velocità,armamento e protezione tutti o la maggior parte dei carri dell'epoca l'alto comando tedesco interpellò l'ing.Ferdinand Porsche già inventore del maggiolino,kubel e derivati.
Porsche presentò un progetto innovativo un prototivo con trazione ibrida(motori a benzina supportati da motori elettrici dietro pilota e mitragliere/marconista) la torretta era Krupp identica al Tigre della Henschel poi vincitrice dell'appalto.

Il Tigre VK 45.01 Porsche (il quale approntò 90 scafi) fu scartato perchè molti componenti richiesti presso altre ditte non soddisfecerò qualità e affidabilità necessaria anche in fase operativa i motori elettrici tendevano a surriscaldarsi e in certi casi si incendiarono. La trazione era posteriore.
Accantonato il Tigre e tra le varie ipotesi,si dice che anche per dare un "contentino" all'ing.Porsche presso la fabbrica Nibelungenwerk in Austria si decise comunque di utlizzare gli scafi per creare un cacciacarri utile quindi con scorta di carri molto piu' piccoli e fanteria ad ingaggiare combattimento a lunga distanza con altri carri opponendo una corazza frontale inattaccabile ai cannoni dell'epoca.
Si montò quindi una casamatta assemblata in posizione arretrata del peso di 15 tonnellate e il kwk 88 l71 cito wikipedia che specifica che come velocità e gittata era superiore a quello del Tiger I. Venne denominato sdkfz 184 Tiger p Ferdinand poi Ferdinand in onore al progettista. Una curiosità la casamatta del mezzo in oggetto è la stessa montata sullo Sturmtiger

.segue.

.ps. stranamente l'autore cita una somiglianza tra l'Elefant e lo Sturmtiger per le casamette facilmente controllabili e differenti tra loro. E' del tutto naturale leggere opinioni del tutto personali inesatte ditribuite con leggerezza da impavidi "entusiat".


.
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5981
Data d'iscrizione : 09.02.11

... Ferdinand ... Elefant story ... Empty
MessaggioTitolo: Re: ... Ferdinand ... Elefant story ...   ... Ferdinand ... Elefant story ... EmptyDom 10 Lug - 10:38:47



.




L'esordio in battaglia dei Ferdinand fu in Russia dove nel 43 furono partecipi dell'operazione Zitadel e nel saliente di Kursk alla piu' grande battaglia avvenuta tra corazzati.

La potenza del cannone, motivazione grande preparazione e affiatamento degli equipaggi lo rivelarono ai russi come un arma micidiale. Ad ulteriore protezione frontale venne imbullonata una piastra che elevò la corazzatura frontale a 200 mm facendo apprezzare la grande protezione che dava contro la minaccia degli altri carri e alle armi anticarro. Il numero dei carri distrutti rispetto al numero dei Ferdinand perduti fu il riscontro del successo del possente cacciacarri...

CRITICITA'

I problemi vennero presto fuori,il preso di oltre 68 tonnellate faceva sprofondare il carro nei terreni fangosi..i motori a benzina erano i Maybach del Tiger I la potenza venne ridotta da 600 a 530hp per allungare la vita dei motori, pertanto la velocità era di circa 20km/h su strada e su terreni accidentati di circa 8 km/h. I motori elettrici erano di scarsa affidabilità. Un Ferdinand guasto doveva essere rimorchiato da quattro e talvolta 5 Famo da 18 tonnellate, il recupero era estremamente difficoltoso e parecchio laboriosa la manutenzione meccanica.


.segue.


,
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5981
Data d'iscrizione : 09.02.11

... Ferdinand ... Elefant story ... Empty
MessaggioTitolo: Re: ... Ferdinand ... Elefant story ...   ... Ferdinand ... Elefant story ... EmptyDom 10 Lug - 10:41:13



.



Il Ferdinand era sorvegliato durante le soste come un arma segreta e come tale spesso trovatosi immobilizzato venne distrutto dall'equipaggio per evitare che cadesse nelle mani dei russi. Che comunque catturarono alcuni Ferdinand e dopo un attento esame non li ritennero idonei alle loro esigenze. Un Ferdinand sopravvissuto si trova al museo dei corazzati di Kubinka.
Inoltre la visibilità dall'interno era scarsa e piena di angoli bui, nella casamatta affidata a quattro "tappi" da far scendere attraverso catenelle permettendo di sparare con armi leggere, la negligenza piu' grave era la mancanza di una mitragliera, il Ferdinand fu spesso preda delle mine, delle cariche magnetiche e delle molotov che la fanteria russa imbaldanzita dalla "cecità" del mezzo lanciava a distanza ravvicinata. Molti mezzi furono recuperati e rispediti alla Nibelungenwerk.

.segue.

.

Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5981
Data d'iscrizione : 09.02.11

... Ferdinand ... Elefant story ... Empty
MessaggioTitolo: Re: ... Ferdinand ... Elefant story ...   ... Ferdinand ... Elefant story ... EmptyDom 10 Lug - 10:44:55

.


Sulla zimmerit aggiungo che a volte si estendeva anche ai parafanghi altre al solo mezzo.
Spesso si pensa che i faretti anteriori fossero in dotazione al solo Ferdinand, esistono invece foto di Elefant in Galizia nel 44 con i faretti anteriori.
La livrea invernale bianca in certi casi venne approntata da alcuni equipaggi in Russia nel 43 e FORSE su ALCUNI esemplari anche in Ungheria nel 44.
I teatri di guerra noti degli Elefant furono in Italia durante le battaglie a Anzio per la conquista di Roma, battaglia nelle Ardenne, Galizia e Ungheria, gli ultimi 4 a Berlino nei pressi di Zossen dove con i proiettili al tungsteno in dotazione potevano perforare anche i possenti JS2 russi.
Valutando peso e conseguente difficoltà di trasporto anche a causa dei bombardamenti sulle linee ferrate, meccanica complessa (motori a benzina +elettrici) il consumo che in azione era stimato su 7/9 litri di benzina al chilometro si può senza difficoltà valutare che i Ferdinand/Elefant inizialmente 90 tra il 43 e il 45 furono tra i corazzati piu' longevi del conflitto mondiale.
Come stazza assieme allo JagdTiger che poi lo soppiantò con circa 70 tonnellate di peso entrambi furoni i carri armati piu' grossi della seconda guerra mondiale.
Escludo il Maus (188 ton.) perchè tuttoggi non è chiaro se abbia o meno combattuto.
Un Ferdinad sopravvissuto è presso il museo dei corazzati a Kubinka
Un Elefant restaurato (solo esteriormente) l'anno scorso è presso l'Aberdeen Proving Ground si tratta del 102 catturato ad Anzio nel 44 dagli americani.


.segue.


.
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5981
Data d'iscrizione : 09.02.11

... Ferdinand ... Elefant story ... Empty
MessaggioTitolo: Re: ... Ferdinand ... Elefant story ...   ... Ferdinand ... Elefant story ... EmptyDom 10 Lug - 10:48:06

.


6 ottobre 2008


Fu un formidabile cacciacarri, da esso ci si aspettava grandi cose e due battaglioni cacciacarri il 653° e il 654°, furono riequipaggiati, ciascuno con tre compagnie di 12 Elefant l’una, ma la sua prima prestazione offensiva a Kursk, si risolse in un insuccesso, ma il fiasco fu il risultato dell’uso tattico che ne venne fatto, non di difetti intrinseci.
Come hai anche accennato, la mancanza di un efficace armamento secondario contro la fanteria e la bassa velocità (massima su strada 20Km/h) a decine furono immobilizzati e distrutti dai guastatori russi.
I superstiti della battaglia furono ritirati dal fronte russo ai quali fu applicata una mitragliatrice.
Il cannone poteva avere solo un’elevazione di 14°, una depressione di 8° e un brandeggio di 14° su ambo i lati, comunque ai suoi giorni, fu assolutamente impenetrabile al fuoco nemico frontalmente, era in grado di distruggere o mettere fuori combattimento un T 34 distante 4.830 metri in campo aperto.

Il cacciacarri caduto in mano russa dopo il disastro di Kursk, i danni alla sovrastruttura sembra dimostrare che fu attaccato con lanciafiamme o da bottiglie molotov incendiarie.


.segue.


flower
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5981
Data d'iscrizione : 09.02.11

... Ferdinand ... Elefant story ... Empty
MessaggioTitolo: Re: ... Ferdinand ... Elefant story ...   ... Ferdinand ... Elefant story ... EmptyDom 10 Lug - 10:52:33

.


12 ottobre 2008

Complimenti per le belle foto postate Hassel...pur se appassionato di mezzi corazzati teutonici, il pachiderma nn rientra tra i miei preferiti, ma mi batto da anni per una sua riabilitazione...in tutti i testi viene dato risalto al suo sfortunato esordio nella battaglia di Kursk...al fatto che mancando la mitragliatrice venne fatto a pezzi dalla fanteria russa etici etici etici....MA CHE DIAMINE!!!....in tutto il ciclo di assalti e contrassalti, attacchi e contrattacchi riesce a distruggere centinaia di carri russi e altrettanti cannoni e nidi di mitragliatrici, perdendo il tutto una 40 di carri, molti dei quali abbandonati per noie meccaniche o a causa delle migliaia di migliaia di mine che i solerti genieri bolscevici avevano avuto tempo di sistemare ovunque....(non va dimenticato che a causa dei ripetuti ritardi dei tedeschi nello sferrare l'offensiva i russi hanno tutti il tempo di rendere il saliente di Kursk una fortezza impenetrabile...).
Che dire dei 200 Panther frettolosamente buttai nella mischia???....si e no i Tigre furono all'altezza della situazione...ma ribadisco la sconfitta tedesca nella battaglia di Kursk era una sconfitta annunciata: i tedeschi buttarono nella mischia una forza più o meno uguale di quella che avevano i russi per difendersi...neanche Mago Zurlì sarebbe riuscito nell'impresa...


.segue.


.


Ultima modifica di Sven Hassel il Dom 10 Lug - 11:02:51, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5981
Data d'iscrizione : 09.02.11

... Ferdinand ... Elefant story ... Empty
MessaggioTitolo: Re: ... Ferdinand ... Elefant story ...   ... Ferdinand ... Elefant story ... EmptyDom 10 Lug - 10:56:38

.



12 ottobre 2008

troppo buoni ragazzi!
Grazie a voi per l'entusiasmo.

Ciao Hetzer grazie anche a te, solo una puntualizzazione i carristi potrebbero osservare gli effetti dell'esplosione su di un Elefant nella battaglia di Berlino, ovviamente se le divise sono in attinenza alla prima metà del 45.
I Ferdinand concordo con te sul rapporto tra Elefant/Ferdinand e carri distrutti a favore del pachiderma.
Idem sulla sopravvalutazione del pur ottimo Tiger I che il peso non fece sfruttarne il potenziale distruttivo (fonte libro "La guerra in Europa" di F.Von Senger")
E' dimostrato che tra tante difficoltà e per la conclusione di 4 esemplari nella battaglia di Berlino e la sua presenza accertata in vari teatri di guerra che fu uno dei carri armati piu' longevi del secondo conflitto mondiale. Considerato peso, sete di benzina reperibilità pezzi di ricambio e carburante e le condizioni complessive dei trasporti ferroviarie.
Cito che con l'ultimo conflitto mondiale passò in secondo piano la potenza risolutiva dei carri armati in guerra.

Un salutone
ps
Anch'io sto lavorando su di un IMAI avuto via interDET semicompleto ....... tutto da rivedere.

.segue.


.


Ultima modifica di Sven Hassel il Dom 10 Lug - 11:03:13, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5981
Data d'iscrizione : 09.02.11

... Ferdinand ... Elefant story ... Empty
MessaggioTitolo: Re: ... Ferdinand ... Elefant story ...   ... Ferdinand ... Elefant story ... EmptyDom 10 Lug - 11:02:19


.


13 ottobre 2008

Ciao Hassel, ho visto le foto dell'Elefant che sta i facendo..non male..non male... , concordo sulla rognosità di realizzare la zimmerit, io ho sempre usato il das bianco, steso a spatola e poi "zimmerittato" usando un cutter e un cacciavite dalla punta sottile, ripassando poi il tutto con carta abrasiva di trama mooooolto sottile....
...ma tornando al famoso "102", fu costruito nel 1943, telaio n. 150071, e durante la battaglia di Kursk portava il numero 633, dopo le note vicende rientrò in fabbrica, subì le modifiche che conosciamo e tornò in Italia appunto con il n. "102", catturato dagli americani fu colà spedito...dove tutt'ora è conservato.
Quanto all' Elefant rovesciato (sorte che toccò anche ad un povero, e famoso, Tigre) fu abbandonato a Ficulle, in prov. di Terni, sulla Strada Statale n.71. Siccome, come è ovvio, intralciava il passaggio dei mezzi, fu ribaltato senza tanti complimenti da un buldozer. Altri Elefant furono abbandonati tra Pienza e Siena.
Queste, e altre interessanti notizie e foto, le puoi trovare sul bellissimo libro dell'amico Guglielmi "Panzer in Italy". Se nn l'hai te lo consiglio vivamente...


.segue.

.
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5981
Data d'iscrizione : 09.02.11

... Ferdinand ... Elefant story ... Empty
MessaggioTitolo: Re: ... Ferdinand ... Elefant story ...   ... Ferdinand ... Elefant story ... EmptyDom 10 Lug - 11:06:54

.


Ciao, interessanti le informazioni. In sostanza e in poche righe non fu un buon carro. Nato dalla necessita' di utilizzare gli scafi costruiti per il progetto Tigre (poi scartato), fu trasformato definitivamente nel carro Elefant di appoggio alla fanteria. Inizialmente privo di armi per la difesa contro la fanteria non diede buona prova di se' contro i russi divenendo facile preda della fanteria. I carri sopravvissuti ricondizionati e dotati di mitragliatrice frontale vennero poi destinati in Italia. La sua mastodontica mole e il cannone in casamatta furono i limiti principali del carro. Interessante il treno di rotolamento dotato di ben due ruote dentate un unicum nel panorama dei corazzati tedeschi. Dallo scafo venne realizzato anche un carro recupero. Del progetto iniziale del Tigre vennero completati due soli esemplari, se non erro. Il carro poi, trasformato con cannone in samamatta e senza mitragliatrice frontale nominato Ferdinand dopo il disastro del debutto venne successivamente dotato di mitragliatrice frontale e rinominato Elefant ed inviato, appunto, in Italia. Ciao.


.segue.


.
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5981
Data d'iscrizione : 09.02.11

... Ferdinand ... Elefant story ... Empty
MessaggioTitolo: Re: ... Ferdinand ... Elefant story ...   ... Ferdinand ... Elefant story ... EmptyDom 10 Lug - 11:08:22

.


Se parliamo obiettivamente non sarà stato un buon crarro come 1- affidabilità 2- rapporto peso/potenza 3 affidabilità 4 consumi ecc ecc
Le perdite di Ferdinand/Elefant rispetto le prede sono state a favore del cacciacarri che si contestualizzava ad un complemento di protezione di carri leggeri e fanteria coordinata ad aerei cooperando via radio gettando le basi della guerra moderna.
Non dimentichiamo che fu uno dei primi mezzi ibridi su cui oggi si studia e si sviluppa (trazione elettrica+ motori a scoppio)
Inoltre riuscì considerando le difficoltà notevoli su reti viarie e trasporti dai primi Ferdinand agli ultimi logori Elefant ad essere testimone degli scontri a Berlino.
Rimane una singolare macchina bellica affascinante.
Speriano rimanga soltanto storia.. per rispetto della vita,la pace e non dimenticando tante giovani vite stroncate prematuramente.
Un saluto a tutti.


.segue.

.
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5981
Data d'iscrizione : 09.02.11

... Ferdinand ... Elefant story ... Empty
MessaggioTitolo: Re: ... Ferdinand ... Elefant story ...   ... Ferdinand ... Elefant story ... EmptyDom 10 Lug - 11:10:43

.



Saluti a tutti,
Non sono esperto di mezzi corazzati, e solo grazie a questo interessantissimo post apprendo che erano montati due motori elettrici, ma a cosa potevano servire? non certo a sostituire il motore principale, ne a muovere la torretta che non c'era. POtete togliermi questa curiosità? (appunto).
Grazie

Risposta

... La trazione benzina-elettrico o diesel-elettrico è una possibilità di trasmissione ancora utilizzata oggigiorno in particolare nel ramo ferroviario.
Il sistema è subito descritto:
- motore/i termico in rotazione (regime nominale, di regola) collegato ad un generatore/i (possibilmente in alternata, ma esistevano applicazioni con dinamo);
- trasformatore regolabile (o partitore di tensione per la corrente continua);
- motore elettrico di trazione.

Il motore elettrico ofre il vantaggio di avere un valore di coppia massima indipendente (quasi) dal regime di rotazione.

Questo genere di trazione permette di limitare il bisogno di un cambio a più rapporti, e nel caso specifico dei veicoli cingolati permette una variazione indipendente del regime di rotazione dei due motori (uno per cingolo) con la conseguente possibilità di effetuare svolte a destra e sinistra o sul posto (invertendo polarità o due fasi ad un motore). Ricordiamoci la complessità meccanica di un aggregato cambio sterzo di un carro!


.segue.


.


Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5981
Data d'iscrizione : 09.02.11

... Ferdinand ... Elefant story ... Empty
MessaggioTitolo: Re: ... Ferdinand ... Elefant story ...   ... Ferdinand ... Elefant story ... EmptyDom 10 Lug - 11:13:33

.



Vorrei a questo punto lanciarmi in una appassionata arringa di difesa nei confronti del "povero" Elefant, carro che sinceramente non prediligo ma che mi pare goda di una fama immeritata.
Dunque si ha l'abitudine di considerare il suo debutto nella battaglia di Kursk come un'insuccesso totale...o quasi, ma dovremmo considerare in toto quello che fu quella battaglia dove tedeschi e russi di affrontano quasi alla pari, ma i russi hanno avuto qualche mese per prepararsi, con ampissimi campi tricerati con migliaia di mine letali. Bunker con micidiali cannoni anticarro, kilometri di trincee scavate in profondità dove migliaia e migliaia di agguerriti fanti attendevno l'odiato invasore con mine magnetiche e fuciloni anticarro.....e in tutto questo i carri e le fanterie tedesche si lanciano in un'attacco che già da subito ha poche probabilità di riuscita.
E qui entrano in campo gli Elefant, affrettatamente messi a punto per partecipare allo scontro (...come avvenne peraltro con i Panther, il cui debutto non fu poi un successo...anzi...) e i cui difetti sono più o meno noti a tutti......ma se consideriamo circa un mese e forse più di utilizzo al fronte, ottengono successi strepitosi colpendo almeno 300 carri russi e distruggendo centinaia di postazioni di armi anticarro e centri di fuoco, al prezzo di circa 45 carri persi sui 90 impiegati, beh a me sembra che poi male nn si siano comportati anzi.....
Forse carri tedeschi ben più "blasonati" non raggiungono certo tali risultati...eppure per il povero Elefant è una sonora sconfitta....forse si cerca in questo carro una sorta di "scusa" alla sconfitta tedesca, scommetete che se i teutonici avessero vinto la battaglia all'Elefant sarebbero toccati tutti gli onori??
Certo poi furono ritirati e usati nell'impossibile terreno italico, dove dimostrarono ampiamente tutti i loro limiti...ma certo non brillarono neppure i ben più famosi Tigre sul nostro patrio suolo.
E se poi consideriamo infine che quattro Ferdinand combatterono l'ultima battaglia di Berlino in mezzo a macerie e rovine....beh oseri dire che al mastodonte tedesco toccò una longeva carriera fatta di molti successi, eppure questa sfiga che si porta dietro proprio non se la riesce a scrollare di dosso....
Spero di non avervi tediato, ma se ne vogliamo parlare sono sempre disponibile!!



.segue.

.
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5981
Data d'iscrizione : 09.02.11

... Ferdinand ... Elefant story ... Empty
MessaggioTitolo: Re: ... Ferdinand ... Elefant story ...   ... Ferdinand ... Elefant story ... EmptyDom 10 Lug - 12:41:41

.

IMAI Mytichal story

... Ferdinand ... Elefant story ... I3idrb


.



flower
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5981
Data d'iscrizione : 09.02.11

... Ferdinand ... Elefant story ... Empty
MessaggioTitolo: Re: ... Ferdinand ... Elefant story ...   ... Ferdinand ... Elefant story ... EmptyDom 10 Lug - 12:46:57

.


... due in uno ...... e ti fai un pezzo esclusivo


... Ferdinand ... Elefant story ... 6zr3ig


.
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5981
Data d'iscrizione : 09.02.11

... Ferdinand ... Elefant story ... Empty
MessaggioTitolo: Re: ... Ferdinand ... Elefant story ...   ... Ferdinand ... Elefant story ... EmptyDom 10 Lug - 12:49:38

.



... bergeFerdinand


... Ferdinand ... Elefant story ... Rig6mr


... si studiano le foto per ricavare il berge per la Compagnia Novara sunny


.
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5981
Data d'iscrizione : 09.02.11

... Ferdinand ... Elefant story ... Empty
MessaggioTitolo: Re: ... Ferdinand ... Elefant story ...   ... Ferdinand ... Elefant story ... EmptyDom 10 Lug - 12:50:54

.


... Ferdinand ... Elefant story ... V32knp


.
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5981
Data d'iscrizione : 09.02.11

... Ferdinand ... Elefant story ... Empty
MessaggioTitolo: Re: ... Ferdinand ... Elefant story ...   ... Ferdinand ... Elefant story ... EmptyDom 10 Lug - 12:54:11

.


... mina o centrato in pieno Question


... Ferdinand ... Elefant story ... 8yhjqw


... un enigma, in qualto l'altro ha il cannone in posizione di marcia e colpire un Ferdinand da 5000 metri era pressoche impossibile ...


.
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5981
Data d'iscrizione : 09.02.11

... Ferdinand ... Elefant story ... Empty
MessaggioTitolo: Re: ... Ferdinand ... Elefant story ...   ... Ferdinand ... Elefant story ... EmptyDom 10 Lug - 12:55:54

.


... jagdpanzer kaputt


... Ferdinand ... Elefant story ... 106mqfd


.
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5981
Data d'iscrizione : 09.02.11

... Ferdinand ... Elefant story ... Empty
MessaggioTitolo: Re: ... Ferdinand ... Elefant story ...   ... Ferdinand ... Elefant story ... EmptyDom 10 Lug - 12:57:32

.



Question Question Question ... Ferdinand ... Elefant story ... 23i6juq Question Question Question


.
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5981
Data d'iscrizione : 09.02.11

... Ferdinand ... Elefant story ... Empty
MessaggioTitolo: Re: ... Ferdinand ... Elefant story ...   ... Ferdinand ... Elefant story ... EmptyDom 10 Lug - 12:59:36

.


... centrato

... Ferdinand ... Elefant story ... Dmg1f8


.......................................... immobilizzato


.
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5981
Data d'iscrizione : 09.02.11

... Ferdinand ... Elefant story ... Empty
MessaggioTitolo: Re: ... Ferdinand ... Elefant story ...   ... Ferdinand ... Elefant story ... EmptyDom 10 Lug - 13:01:03

.



... Ferdinand ... Elefant story ... 2rcqu04


.
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




... Ferdinand ... Elefant story ... Empty
MessaggioTitolo: Re: ... Ferdinand ... Elefant story ...   ... Ferdinand ... Elefant story ... Empty

Torna in alto Andare in basso
 
... Ferdinand ... Elefant story ...
Torna in alto 
Pagina 1 di 3Vai alla pagina : 1, 2, 3  Seguente

Permessi in questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.
carrirc.attivoforum.com :: IL GIORNALE DI SVEN-
Vai verso: