carrirc.attivoforum.com
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

carrirc.attivoforum.com

Se il MEZZO MILITARE è il tuo INTERESSE, sei nel posto giusto...e il nostro Club è TUTTO GRATIS!
 
IndicePortaleGalleriaCercaRegistratiAccedi
Accedi
Nome utente:
Password:
Connessione automatica: 
:: Ho dimenticato la password
Cerca
 
 

Risultati per:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Statistiche
Abbiamo 88 membri registrati
L'ultimo utente registrato è MGARAN

I nostri utenti hanno pubblicato un totale di 22129 messaggi in 1515 argomenti

 

 La bibbia sui tank

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 77
Messaggi : 6208
Data d'iscrizione : 09.02.11

La bibbia sui tank Empty
MessaggioTitolo: La bibbia sui tank   La bibbia sui tank EmptyDom 7 Giu - 10:54:07

.

La bibbia sui tank-panzer secondo lo Sven.

… l’ovvia provocazione ilare, ovvero l'ironia, il sapersi prendere in giro, la capacità di sorridere e divertirsi malgrado tutto, perché la vita non va presa sempre sul serio. Sottolinea il personale punto di vista da una esperienza maturata per oltre due decenni in cui sono stati trattati, spiegati, illustrati, ampiamente collaudati in condizioni limite, tutti nessuno escluso, i carri armati conosciuti in scala 1.16 dinamici relativi al WW2 …

Bibbia nel senso descrizione, informazione, divulgazione, o punto di vista personale, poco importa sull’indifferenza per questa o quella marca di preferita, che scade non appena una qualità generale o prestazione differente dimostrano l’effettiva linea di demarcazione tra l’accettabile, lo scarto e l’ottimo distinto differenziato per merito, si apre per coloro che si appresteranno sulla scelta di un acquisto mirato conoscere l’opinione altrui vissuta sul soggetto in merito.

… ogni soggetto per sua naturale duplicazione eredita dal “vero” carro armato gli stessi identici pregi e difetti sia pure ridotti per dimensioni …

Più piccolo per duplicazione e sarà meno versatile sul terreno di un carro di massima grandezza. Stabilità, trazione dovuta all’appoggio del cingolo sulla terra, sono fondamentali per la percorrenza su ogni tipo di ostacolo da confrontare in scala. I carrelli sono la parte più o meno riuscita nei vari studi proposti variando per semplicità costruttiva e resistenza sul terreni accidentati, piste fangose e innevate.

… carri armati come il Panzer IV tedesco, vera spina dorsale germanica che ha operato su ogni fronte WW2, proseguendo la sua carriera oltre gli anni cinquanta in Medio Oriente, ridotto sulla scala 1.16 delude per un carrellaggio facile all’insabbiamento, rigido da non copiare il terreno, saltano i cingoli (taminkia) sull’erba tagliata. Ottimo come stampato il Tamiya gode della solita elettronica vetusta, sospensioni insufficienti, prestazioni limitate fuori strada e trial negato. E’ un carro da piste battute, pavimenti e lontano dai prati appena tagliati. Il Panzer Heng Long è decisamente da considerare approssimativo sulla duplicazione in scala evidenziando errori vistosi nonchè il carrellaggio per sua natura infelice. Indicato come carro scuola per avvicinare il modellismo o per ragazzini da giocare …

Il Panther e lo Jagdpanther, carrello Henschel, lo stesso del Tiger I°, (taminkia) non sopporta fango e neve che lo intasano e bloccano. Per lo Jagdpanther alzo e brandeggio del cannone è scadente e dondolante. Le copie cinesi di entrambi, specie Panther F superano di netto per qualità prezzo i corrispettivi taminkia e non me ne vogliano gli estimatori taminkia se non hanno mai avuto un carro Panther Torro – Taigen da confrontare con onestà.

… il Kingtiger taminkia, il più anziano dopo lo Sherman, è deficitario sulle maglie cingoli che si spezzato sull’erba tagliata dove i cingoli fanno da pettine sul prato rompendosi. Taminkia avvisa: da non usare su terre, erba e fango, capito? Il Kingtiger cinese Taiger – Torro, con Jagdtiger annesso, sorpassano per qualità, prestazione e prezzo offrendosi completi di radio, verniciati, cingoli di metallo, cassa trasporto pronto a terra. Chi non vogliono sbattersi in cimenti complicati e divertirsi spendendo il giusto compromesso qualità prezzo il mercato accontenta la giusta aspettativa …

Il Tiger I° il più famoso panzer tedesco, identico carrello Henschel, stesse problematiche del Panther, duplicazione in scala superata dal Tiger Late cinese Taigen – Torro, ignorando la “filosofia commerciale giapponese dove un soggetto finito non si evolve ma resta tale” ha permesso imitazioni migliorate inserendo parti metalliche, organi di sospensioni, cuscinetti, ingranaggi di trasmissione, corredo di accompagnamento, peso, vale a dire radio, verniciature, cassa trasporto, cingoli di buona qualità, con un prezzo qualità allettante rispetto al confronto alto tenuto sullo standard Tamiya.

… dalla Factory di Sven sono passati centinaia di carri con problemi causati da un uso alle volte assassino da riparare e rimettere in condizioni di garanzia. Il cingolame plastico lo sostituivo con cingoli in metallo e gli ingranaggi tritati (già per se uso veramente un carro a fondo) le gear box taminkia con gli ingranaggi di ottone stampato, l’anello debole si trancia. Ho cambiato decine e decine di coppie di gear box (non ce n’erano altre se non le costose WeCoche in circolazione) e ricordo le difficoltà di avere dall’estero i ricambi negli anni 90 inizio 2000 agli albori per la diffusione dei carri armati pressochè semisconosciuti in Italia, causa la becera mentalità di pochissimi eletti che intendevano rappresentare un’èlite spocchiosa come uno stupido primato personale …

Il Panzer III Heng Long in plastiche, superbamente realizzato da Tigen – Torro prodotto interamente in metallo, ne fa un carro da trial con ottime prestazioni, causa allestimento cingoli, carrello indovinato e soprattutto il peso che lo bilancia sulle pendenze laterali. E’ da verniciare, le gear box in dotazione sono migliori della concorrenza, rozze ma non si spaccano, rumorose alla pari di altre. Non ha concorrenza con taminkia.

… la comparsa di carri parzialmente “metallo plastiche” e tutto metallo, ha sconcertato l’acquirente lasciandomi indifferente sulle preferenze poiché i carri plasticosi per renderli “realistici” toglievo le velocità da pista F1 montando riduzioni lente e mettendo zavorre fino a bilanciarne le prestazioni a chili. Un Kingtiger taminkia da 1 chilo e 380 sopporta senza problemi (preparato da trial) fino a 9,500 grammi con una torsione che ne aumenta la copiatura sul terreno. Il carro reso rigido in scala 1.16 compromette le sospensioni e danneggia i bracci delle ruote carrelli. Le sospensioni seriali taminkia e lamette flessibili sono adatte sul consiglio del costruttore, vale a dire: comprato, pagato, chiuso ogni altra destinazione, capito? …

Le mie lunghe disamine sulle presentazioni nei decenni precedenti sono state imparziali per carattere. Non ho padroni ne bandierine da sventolare, manie o sciocche preferenze di parte su di un hobby da me considerato VERO modellismo lasciando esclusi altri giochi per adulti bambini, rispettando ovviamente ogni gusto altrui di fare ciò che meglio crede, sezionando l’anatomia e selezionando ogni carro escludendo un solo giudizio personale. Non potrei anche volendolo in quanto li ho testati tutti quanti a lungo e nessuno esclude l’altro se non esistono validi motivi di consistenza.

… un esempio sbrigativo: lasciate perdere Asiatam. Xion. La prima inaffidabile e la seconda riservata a veri esperti …

KV1 Heng Long contrapposto all’omonimo Taminkia un vero abisso paradossale con la robustezza fuori discussione del primo alle carenze fisiologiche sull’altro con sospensioni morbide che spanciano sul dosso, anche in questo non mancano i cingoli plasticosi a detta taminkia insostituibili. L’enorme differenza sul costo d’acquisto a favore della cinesata HL lo porta come preferito a coloro che lo intendono uno dei carri “scuola” cioè, dove fare dell’ottima pratica senza osare un capitale. E’ completo dei migliori cingoli (non per niente i KV sovietici sopportarono le melme vischiose delle steppe e le nevi) senza difficoltà dove si inchiodarono i tedeschi. Ripeto quanto ho scritto in precedenza: il modello rispecchia il meglio e il peggio del soggetto reale a confronto. I carrello espelle sabbia, terriccio, fango, acqua e neve compressa a patto di tenere i cingoli laschi quanto basta. Misto metallo plastiche, ottima riproduzione in scala. Esente danni, rotture, di provata resistenza con il panzer III sono in concorrenza per i migliori carri da trial pesante, paradossalmente il piccolino sa confrontarsi con il massiccio soviet a pari prestazioni. A suo favore la trazione posteriore lo premia in quanto la meccanica “spinge” il carro a differenza delle trazioni tedesche che lo “trascinano” per chi sanno praticare il trial con successo, sanno molto bene come agire quando un carro tedesco si pianta sull’ostacolo basta e farlo salire in retro marcia per superarlo.

… lo Sherman taminkia solo in apparenza un carro senza problemi perso e lontano come prestazioni per i cingoli scivolosi, robusti e inutili. Surclassato dai concorrenti con proposte plastiche metallo – tutto metallo che hanno completato similmente stabilità, trazione e sul terreno, perché NON sono stati progettati e commercializzati per pavimenti lisci da camera uso giocattoli. Taiger – Torro oltre l’offerta di modelli Sherman M4A3E8 – WHSS differenti da scegliere allargano la presenza dei carri americani con i cacciacarri M10 Wolverine – Achilles e M36 Jachson completando la richiesta di carri alleati da contrapporre ai carri germanici totalmente in metallo …

Persching M26 taminkia, subito copiato dalla Heng Long divisi dal costo, ma con prestazioni identiche, entrambi con cingoli inadeguati (stesso disegno Sherman scivoloso) la loro conformazione piatta consente stabilità sulle pendenze laterati, con cingoli in metallo le trazioni ridotte ne fanno buoni arrampicatori, il carrellaggio smaltisce sabbia, terriccio, fango e neve senza intasarsi. L’elettronica taminkia di provata capacità rimane inferiore allo sviluppo sopraggiunto con la IBU2 italiana usata e apprezzata da intenditori sopraffini che dal carri pretendono il massimo a disposizione.

… in conclusione a beneficio totale per coloro che si avvicinano ai tank intenzionati sugli acquisti da (diffidare spendendo soldi inutili) dando retta a chi prima di loro hanno scioccamente sposato il suono di questa o quella campana, tenendosi poi l’ovvio scarrafone bello di mamma sua sul gobbo, per non smentire la scelta infelice e Signori ne sono passati da me pentiti e mazziati per acquisti sbagliati, rassegnati e delusi da consiglieri nulla sapienti essi stessi miopi e scioccamente intrappolati da portabandiere al vento …

Sono soltanto due le pista seguite: il modello-soggetto che piace. La seconda pista: l’uso motivato sulle prestazioni. Il soggetto “piacione” soddisfa l’estetica magari fallendo e deludendo sull’uso pratico. L’acquisto mirato lo fa il conoscitore, non il consumista primo sulla novità, che pretende un veicolo dinamico RC capace di riproporre in scala minore gli stessi effetti visivi simili al carro armato vero il massimo vicino alla realtà. Diventa immediata l’abissale differenza che passa dal superficialismo coatto all’intendimento specifico e chiaro nel sapersi dare la massima soddisfazione. L’apparenza non paga di fronte al realismo dove a contare sono i fatti.

… ma come fa il tuo carro a disimpegnarsi “ricordi di un tempo” e il mio piantarsi ogni tre per due? Il suo standard da 1 chilo e qualche etto, non aveva nessuna possibilità contro un carro preparato per il trial estremo. Capire come un carro armato autentico (lasciando perdere dove le riproduzioni in scala i cannoni sono per scena) dove contano le prestazioni e quindi il valore del soggetto dinamico si ricava non fingendo di sparacchiare, ma scoprendo quali possono essere i limiti “anche quelli meccanici sollecitati” che un cingolato riesce a stupire emulando in piccolo quanto un colosso d’acciaio ha fatto in grande e realmente …

Ultimo della serie WW2 il Walker Bulldog M41 inserito come un soggetto a se stesso robusto, buona stampata, esente problemi, qualità prezzo giusta, come dinamico accetta qualsiasi terreno di prova.

Con i miei 76 anni suonati, ho lasciato alle spalle un mucchio di rottamati veicoli usati fin che hanno esalato l’ultimo respiro, perchè la materia non è un totem mitico da adorare e con i giocattoli si gioca, si trae il divertimento persino da collezioni che riposano addormentate sotto la polvere dopo aver dato il loro contributo e massimo piacere.

.la polvere è un ottimo conservante nel tempo.

lol!

.
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 77
Messaggi : 6208
Data d'iscrizione : 09.02.11

La bibbia sui tank Empty
MessaggioTitolo: Re: La bibbia sui tank   La bibbia sui tank EmptyLun 22 Giu - 17:20:16

.

Ciao Sven l'ho avuto e non mi ha soddisfatto e sai che da patito Tamiya a suo tempo snobbavo i cinesi heng long da venderlo dopo un paio di prove non soddisfacenti. Sospensioni e cingoli facevano cagare e per 740 euri un furto. Ho le foto del rospo se vuoi metterle sul forum.

... La bibbia sui tank Valbro84

La bibbia sui tank Valbro85

.hai posta.

BIRRA

.
Torna in alto Andare in basso
 
La bibbia sui tank
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi in questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.
carrirc.attivoforum.com :: IL GIORNALE DI SVEN-
Vai verso: