carrirc.attivoforum.com
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

carrirc.attivoforum.com

Se il MEZZO MILITARE è il tuo INTERESSE, sei nel posto giusto...e il nostro Club è TUTTO GRATIS!
 
IndicePortaleGalleriaCercaRegistratiAccedi
Accedi
Nome utente:
Password:
Connessione automatica: 
:: Ho dimenticato la password
Cerca
 
 

Risultati per:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Statistiche
Abbiamo 85 membri registrati
L'ultimo utente registrato è maurizio

I nostri utenti hanno pubblicato un totale di 21797 messaggi in 1494 argomenti

 

 La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia.

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, ... 9, 10, 11  Seguente
AutoreMessaggio
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 77
Messaggi : 6004
Data d'iscrizione : 09.02.11

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia.   La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 EmptyMar 16 Lug - 12:21:53

.

Buon giorno Sven letto e approvato ma e però la spieghi con estrema durezza sul conto dei milanesi, sicuro che nessuno risponda picche? Aspetto il resto sulle piazze ciao.

... scoltammia, non ho nessuna necessità e ne interessi personali sulla descrizione di fatti e misfatti incontrati nel ventennio in cui mi sono inserito dentro il modellismo militare tentando e cercando la comune intesa sulle parti (in origine 2 solamente) trovando l'ostacolo immediato contrapposto con l'altra tale da allontanarmi come iscritto continuando la mia strada con successo ...

Rispondere picche? E con quale argomentazione, ognuno la sua storia se la scrive da solo e cambiare le carte in tavola come fai senza metterci la lingua? E se apri bocca sei pronto a ricevere delle risposte? Non sono mai le domande a mettere in crisi chi le fanno, ma le risposte!!!

... ho archiviato i rapporti avuti con parecchi personaggi affidabili che non la pensavano affatto nonostante facessero parte concorrente

Rognoni-Dante 2008

come va? Ti seguo sempre sul tuo sito anche se ti scrivo poco. Ma vengo al
dunque, forse non lo sai, o forse si ,della guerra (stupida e inutile-almeno io
la penso cosi') che si è scatenata qui a Milano tra noi un  nuovo gruppo
formato da un personaggio noto come Capitan America che si è prima infilato nel
nostro gruppo poi ne a creato uno lui, con il quale se non sbaglio hai avuto
uno scambio di idee piuttosto acceso che io non ho gradito perchè uno la puo'
pensare in modo diverso da te ma l'importante e il rispetto che non deve mai
mancare.Ebbene questo tizio ha inviato un regolamento Italiano!!!!!!!! (ti
rendi conto) per le battaglie carri 1/16. Questa persona dice di aver
interpellato molti gruppi e se non ti secca vorrei sapere se anche voi siete
stati chiamati in causa,anche perchè di gruppi come i nostri non ne ho trovati,
visto che il nostro hobby è un po di nicchia visto i costi.
Gradirei molto avere un tuo consiglio. Se vuoi una copia del regolamento prima
di rispondermi mandami il tuo indirizzo che te lo spedisco domani stesso.
Ciao Sergio

Sarei venuto volentieri a trovarti per scambiare qualche parola e stare fuori
una giornata ma sono preso con la nipotina.

Risposta.

… in fede caro amico, ci siamo sempre parlati con chiarezza e mi fa piacere poterlo continuare.
Se hai seguito veramente con attenzione il sito sulla sezione di  Monstertruck non potrebbe mancarti l’osservazione sulla chiusura delle attività CCAT e delle sospensione temporanea delle Compagnie Carri. Motivo; troppa gazzarra attorno a chi dei carri armati ne ha fatto uno scopo serio e non barzellette da piazzetta. I milanesi con le battle da un lato con me dall’altro in due attività ben separate. Due fazioni con le proprie idee, forse difficili da far coincidere per troppe dicerie e malcomprensioni distribuite e falsate proprio per creare ulteriore confusione dove ognuno ha i propri spazi e la libertà d’agire in merito come vuole, sempre beninteso nella correttezza.

Riccardo, si è presentato fin dagli inizi come un mercante di caos. Qualcuno lo segue per l’entusiasmo che diffonde ed io e te sappiamo che contano i fatti e non le parole e questo a parole ti tira i coglioni a molla. Staccarmelo da torno è stata una liberazione e come capita con i somari subito incominciano a ragliarti contro dicendo di cotte e di crude dando così l’esatta dimostrazione di chi è. Uno da stare alla larga alla massima distanza. Con lui arriva subito “dieeule” delle LGS un altro opportunista senza portafoglio, si dice presidente di un qualcosa di inesistente in una zona fuori mano con un campetto per scoppiettari che nessuno frequenta. Ora so che in novembre stanno vociando sulla partecipazione fieristica di Genova, capitan america in testa come factotum come leader di “tutti i gruppi” ….. sono un po curioso, ma solo poco, di vedere come va a finire.
Con Pierluigi, genovese sul posto, in quella data di fine novembre dove le condizioni climatiche diventano particolari, ho negato la presenza.
Domenica, secondo Riccardo, (tutti i gruppi) … che t’aspetti da un megalomane, sono i cascina Cremascoli … Prima ha detto da Colombo Deho e poi un’altra destinazione, e questo spacciatore di caos a buon mercato parla a vanvera senza avere combinato sulla sua scena un solo spettacolo decente.
Lui e dieeule, si sono dati da fare per avere la mia presenza, approvazione, partecipazione in giochi di opportunismo mediocre, sfacciato e degno da bambini dell’asilo, che ho rifiutato ad entrambi. Riccardo si ritiene al di sopra di tutti e non guarda in faccia nessun mezzo per lecchinare i più in vista, è il gioco del fallito che si accompagna di preferenza con persone di successo. Mai visto due scemi a braccetto, come potrebbero sopravvivere? Ma di scemi attaccati come piovre a gente capace ne incontro sempre.
Alessandro, alias dieeule, gli premevano le iscrizioni come sovvenzioni per la sua associazione e pensava da ingenuo che gli fornissi su di un piatto caldo l’intero gruppo delle CCAT in sopra numero. Solo immaginare che mi mettessi alla testa di un’iniziativa chilometrica andando fino ad Ovada per girare su di un prato che posso trovare a due passi da casa è meno intelligente di quel che penso.
Lo stesso Pierluigi genovese abita troppo lontano per creare un ponte di scambio. Tu sai benissimo e conosci i nostri ambienti fatti da gente vera e da occasionali partecipanti, dove conti chi c’è e chi manca dopo averci messo impegno e la propria faccia, lo dico perché organizzo da anni una decina di piazze in un anno e conosco le incognite di percorso. Questo per dirti che proprio quest’anno ho deciso la sospensione sulle CCAT per meglio responsabilizzare chi sui carri ci crede veramente e no solo a parole. Seguo “l’andamento estero sui siti e su ogni fiera” e mi sono reso conto di un calo enorme sull’interesse militare, ed io gioco in anticipo sulle crisi, chiudo prima che si manifestino cercando le alternative che tirano.
Così, i campi sono completamente a disposizione di chiunque millanti questo o quella iniziativa, come la storia delle rules. Ne ho ricevuta coppia, ho troppa gente amica come te che mi informa e mi aggiorna su ogni virgola. Conosco chi l’ha stesa e chi se ne pretende il merito su questo logorroico foglio inconcludente costruito solo per un ideale fantasioso.
Già a suo tempo anni fa, mi staccai dai milanesi per un principio di NON CONCORRENZA non capito fin dall’inizio, dove per farmi capire puntai sul (trial) lasciando le battle indisturbate.
Sergio, ad entrambi piace il modellismo e non i ruoli indotti. Capitan america, sta facendo quello che entrambi abbiamo fatto molto prima e meglio di lui anni fa e siamo stanchi di idioti che fanno il verso.
Con i milanesi, conoscendoli, non gli davo un’esistenza felice, da me l’ho allontanato, e con Colombo ha fatto comunella, l’ha convinto a mettere un altro sito morto sulla piazza del tutto inutile e cerca in ogni modo il suo posto al Sole. Ora si sta crogiolando con questa lista come se fosse un documento da seguire alla lettera, dove personalmente non ci metterei un centesimo sulla riuscita e questo è del tutto irrilevante essendo i miei interessi attuali del tutto spostati su altre iniziative di piazza in cui i carri sono solo figuranti “modellisticamente molto apprezzati” senza neppure muoversi.
A prova ti do il link del sito aperto il primo settembre dove, oltre al mio sito privato e l’area di Monstertruck con oltre 10000 viste in un anno, ho richiamato a raccolta la crema italica sul modellismo aprendo una VETRINA per i migliori personaggi che per anni e anni hanno dato al vero modellismo uno spessore da rispettare. MI SONO ROTTO LE BALLE nel sentire cretinate dagli ultimi arrivati come fossero pomposamente i nostri compagni di banco. Facciano parecchia gavetta, dimostrino che sappiano fare e allora se ne riparlerà.

http:/italiantruckteam.altervista.org/  

                  Su questo sito NON ho voluto nessuna sezione dedicata ai carri armati, non sono uno sprovveduto e non faccio siti fotocopia, i carri stanno dove si trovano e il discorso “serio” sul modellismo lo porto avanti a modo mio come ho sempre fatto, con le innovazioni e non con degli statici idealismi trascinati con fatica.

Le cose vecchie le lascio dove si trovano, cioè in malora.

Ti avviso, il sito l’ho impostato con pettini molto stretti e da esterno ne vedi una piccola parte.
Per un accesso non solo ti dovresti iscrivere, ma senza presentazione NON puoi avere l’accesso totale come effettivo modellista. L’ho impostato in questo modo perché ho voluto il meglio del meglio e non il numero. Studialo e capirai meglio per che scopo l’ho avviato, sono certo che lo capirai prima d’altri.


E’ stato il solito piacere leggerti, ora ti aspetto sul sito ITT- Modellisti per passione.

Se non sono stato chiaro, chiedi.

Ola Sergio.


... chi hanno testa possono notare che in 11 anni non ho cambiato un filo sul progetto iniziato, come la pensavo allora sono altrettanto certo su quel che faccio adesso e senza pontificare o fare l'oracolo veggente, la mia la racconto sulla base di esperienza diretta e se il pronostico poi si rivela tale la mia semplice osservazione si basa sempre sulla stupidità umana di ripetersi senza l'ombra dell'innovazione. Certo per saper rinnovare in meglio il passato, devi spogliarti del "conservatorismo" ottuso che indossi. Per molti una forma di sicurezza, per me soltanto paura del nuovo ...

ps. un archivio iniziato vent'anni fa potrebbe rivelare crono storie indecenti su personaggi equivoci dalla doppia identità svelata.

... il Vaso di Pandora .................................... aaaaargh!!!!!!!

yeahhh

.
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 77
Messaggi : 6004
Data d'iscrizione : 09.02.11

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia.   La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 EmptyMar 16 Lug - 12:31:20

.

............................ cheers cheers cheers minkia Sven una ventina di visite in poche ore. Pare che la storia abbia un interesse non da poco ...

Dove la verità premia la bugia è una lenta agonia.

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 867508

.
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 77
Messaggi : 6004
Data d'iscrizione : 09.02.11

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia.   La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 EmptyMar 16 Lug - 14:00:55

.

... in un men si dica, il "provincialotto Sven" annoverava iscritti e un gran numero di modelli decisamente sopra le righe correnti, fino in quel tempo montati e lasciati rigorosamente giocattoli radio comandati, senza l'ombra del realismo dovuto per carenza d'abilità modellistica da spacciatori incancreniti sulla bandiera taminkia


La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Erba_213

... l'occhio dell'attento osservatore sa differenziare e distinguere i modelli esposti esenti dallo standard commerciale completamente realizzati su soggetti realmente usati nell'ultimo conflitto includendo la cultura storica applicata sul carro individuale da farne un oggetto unico ...

Come il Pershing "rochet launcher" in basso a destra.

.fatti non parole diventano realtà.

ciaoooooo

Dovere di cronaca, quel giorno il buon dottore genovese mi portò in ospedale per un malessere passeggero. Grazie Pier.

.


Ultima modifica di Sven Hassel il Mer 24 Lug - 23:04:29, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 77
Messaggi : 6004
Data d'iscrizione : 09.02.11

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia.   La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 EmptyMar 16 Lug - 23:23:45

.

... ho avuto la possibilità di supporti pubblicitari locali

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Foto_m11

... giornalisti che mi passavano i servizi televisivi

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Castel12

Location sempre di ottima presenza.

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Valbro17

... aggregazioni associate con altre specialità modellistiche

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 100_9312

Insomma il contrario sul conservatorismo imperante milanese funzionava alla grande provocando dolori insanabili sui porta bandiera taminkia.

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 100_9610

... dove altri si chiudevano le possibilità d'espansione la mia idea si espandeva trascinando l'entusiasmo dei curiosi sulle piazze ed era solo il principio sul seguito Locale

ciaoooooo

.
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 77
Messaggi : 6004
Data d'iscrizione : 09.02.11

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia.   La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 EmptyMer 17 Lug - 9:32:27

.

Ciao Capitano,io a Montorfano c'ero quando sono arrivati i milanesi con Riccardo fanfarone saccente,Sergio Sherman,quello stupido negoziante buono a nulla e Angelo Brambilla auto invitati per capire che cosa stavamo facendo,c'erano il Pierluigi e Demis con il Tiger grosso,Pasquale, Cremascoli,Iris finita a bagno nel lago,Lavelli Giovanni,Pelabroc, Roberto,e tanti altri dimenticati.Alla sera hanno messo in tavola la torta perchè non volevano niente gratis da gran signori,cercando di imporre nuovamente la loro posizione come fondatori carristi escludendo ogni forma di concorrenza esterna.Tu mettesti in chiaro la distanza che passava tra le battaglie e lo scopo divulgativo modellistico sui tank,l'intenzione di usare le piazze per arrivare alle fiere dove la promozione sui carri armati avrebbe avuto la maggiore visibilità lampante.Rimasero di sasso quando dicesti che la piazza di Montorfano voleva la presenza e tu hai rifiutato il 1.000.500 mila lire affermando che, non si ricavano profitti giocando e modellando per passione.Mettici Montorfano e porta i saluti a Iris,sempre ai comandi Capitano.

... tel chi me un furetto quel d'Iseo. Ricordi bene (specie la tuffatrice di Montorfano) buttatasi in acqua per recuperare il cellulare nuovo, epica esibizione da vera amazzone ...
Già, già, i curiosi milanesi se ne andarono con le pive nel sacco portandosi appresso il lumacone Riccardo che vide i carri per la prima volta. Passare dall'indifferenza per spiare altri provinciali che sapevano divertirsi attirando persone arrivate da molto lontano, non potevano capire il  significato di libera aggregazione e tanto meno che cosa voleva dire mettersi sui forum a dare spiegazioni su come si potevano (modellare) i tanto desiderati tank. I milanesi criticarono tutto, dai cingoli di metallo, alle verniciature realistiche, agli odiati Heng Long, insomma tutto quanto non sapevano accettare come innovazioni contro corrente. Rodeva parecchio il successo d'altri, specie non potendolo controllare, Sergio Cazzavillani mi disse di fare attenzione con chi avevo a che fare, in pubblico, ricevendo un sonoro vaffanculo. Pestare un piede allo Sven ricevi un pugno direttamente in faccia.
Demis

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 2553_010

Gianka il fumigatore

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 2553_015

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 2553_013

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 2553_014

Hausser con il Tiger "zimmerato" da Sven mel 2007 era uno scandaloso soggetto da criticare negativamente (specialmente dal negoziante stupido che di modellismo non ne capiva nà minkia)

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Montor10

... cari miei non amici lontani, non vi aspettavate di ritrovarvi sulle pagine dei forum come primi attori di quegli anni trascorsi a fare le pulci ad altri, cioè indicare la pagliuzza nell'occhio mentre nel vostro infilavate la trave, e di fronte a quello che seguii portando il deserto dei Tartari, la verità dev'essere accettata di buon grado masticando amaro sugli errori commessi per la troppa presunzione d'essere i più vecchi di un mestiere che non ha prodotto nulla ...

Alla vostra salute. BIRRA

ciaoooooo

.
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 77
Messaggi : 6004
Data d'iscrizione : 09.02.11

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia.   La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 EmptyMer 17 Lug - 11:06:33

.

Sab 8 Mag 2010 - 17:42 circa un anno dopo la data riportata sul portale, Colombo cede RCTank da lui aperto a Riccardo che diventa  Sab 12 Feb 2011 - 18:39 dopo una logorroica discussione sulla gestione amministrativa, almeno così mi pare ricordare, dove Colombo avventatamente l'ha delegato come admin, scusa se ometto dei dati precisi, ma fu come mettere una pistola carica in mano a un cretino visti i fatti che seguirono.


... adesso come oggi, possiamo leggere la storia su questi energumeni sciroccati lanciati come meteore impazzite in spazi inutilmente occupati segnando il peggio di loro. C.a. fu anche il primo degli ultimi arrivati pieno di boria amicone di tutti, il tipico buonista per interesse personale, narciso, doppia faccia, seppellito in guai personali che cercava di annegare dedicandosi giorno e notte in battaglie perse in partenza, al massimo poteva essere un gregario di terz'ordine se si fosse adattato nel ruolo di comparsa muta. Alcuni lo seguirono credendolo un leader illusi dal pifferaio matto che portò danni irreparabili nell'ambito del VERO modellismo confondendo l'oro con il piombo per idiota incoscienza. I tempi erano parecchio migliori di adesso o di quelli che seguirono a breve distanza portando separazioni, discussioni, scontri verbali, soprattutto una cattiva immagine sul fenomeno modellistico tacciando i carri armati come una nicchia da evitare. Educare culturalmente un italiano è fatica sprecata dimostrata sul piano nazionale odierno dove tutto e contro tutto incoerentemente privo di scopo costruttivo ...

Ecco il vanto d'essere i primi esclusivisti inculati dall'accrocco Elefante Hobben.


La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Elefan21


Hanno dimostrato d'essere gli ultimi arrivati!

... gli dedicai simpaticamente una caricatura per meriti mai acquisti acquisti sul campo

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Sven_110

... del tutto "illogico" per la sua conoscenza

Non è mai riuscito nell'essermi antipatico, mando ogni Natale gli santa auguri.

campione

.
Torna in alto Andare in basso
Admin Colomboantonio2005
Admin
Admin
Admin Colomboantonio2005

Località (indirizzo completo) : Sant'Angelo Lodigiano
Età : 52
Messaggi : 1756
Data d'iscrizione : 27.04.10

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia.   La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 EmptyMer 17 Lug - 17:21:03

Purtroppo quella "cessione" di comando fu da me resasi necessaria a causa di seri problemi famigliari…. una separazione con tribunale dei minori avvocati ecc. ecc..

Non fu certo fatta per mancanza di passione ma , ovviamente per motivazioni più importanti.

Confermo le innumerevoli discussioni avvenute in seguito quando io ho richiesto e ripreso la mia posizione di Admin.

Un po' come in politica, quando gli dai la "cadrega" (SEDIA) non vogliono più lasciarla anche se a chiederla è il legittimo proprietario La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 3079029344 .
Saluti  ciao
Colombo  yeahhh
stemma ufficiale

_________________
Fama di loro il mondo esser non lassa;
misericordia e giustizia li sdegna:
non ragioniam di lor, ma guarda e passa


Ultima modifica di Admin Colomboantonio2005 il Mer 17 Lug - 19:16:40, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
http://carrirc.attivoforum.com
met5
Tenente
Tenente


Località (indirizzo completo) : Roma
Età : 51
Messaggi : 183
Data d'iscrizione : 10.12.15

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia.   La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 EmptyMer 17 Lug - 18:52:09

Sven Hassel ha scritto:
.....Hausser con il Tiger "zimmerato" da Sven mel 2007 era uno scandaloso soggetto da criticare negativamente (specialmente dal negoziante stupido che di modellismo non ne capiva nà minkia)

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Montor10


Petra con il suo creatore......la fiera ha trovato una nuova casa: nuovi cingoli (in metallo), riduttori sulle G.Box, nuova elettronica Tamiya & un rifugio a prova di moglie:

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Img_2259

Lo Shelter è stato poi modificato per permettere una presa più comoda (installate maniglie da baule) e una fuoriuscita del modello più agevole. Conto in tempi più favorevoli di modificarla ulteriormente per permettere l'uscita della ferrea mole sui suoi cingoli, come ho fatto con Decima......magari anche il cambio motori, elettronica IBU2U & un paio di chilogrammi di piombo el pintor
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 77
Messaggi : 6004
Data d'iscrizione : 09.02.11

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia.   La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 EmptyGio 18 Lug - 0:14:53

.

.... orrore avrebbero gridato in quell'epoca lontana dal capire che un paio di chili sul tank ne migliora il realismo ... ORROREEEE riflettendo come il passato rivela nel presente l'innovazione anticipata ...

Lo videro come uno sgarbo fatto sul sacro Taminkia pasticciato con la zimmerit, scassato dove non avrebbero mai osato, con scarponi di ferro, inadatto per giocare e Davide lo usava meglio di altri tank seriali. E poi c'entravo io, il provinciale indomito che non ascoltava i sermoni sacerdotali incancreniti da stolti predicatori.

Minkia Sven, ma se poi ti leggono?

... certo che leggono, ma sono e si trovano sulla frequenza di difesa e se ti difendi da attacchi dimostri paura. Poi gioco d'anticipo da decenni, starmi dietro diventi l'eterno secondo.

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Img_2056

Questa è storia e contano solo i fatti.

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Img_2057

... se ci sono voluti più di 13/14 anni per arrivare a questi livelli il Tiger Petra di met5 ha veramente anticipato i tempi e dal momento che il nuovo spaventa, non si poteva che criticarlo negativamente ... allora la volpe dove non arriva all'uva dice che non è matura ...

ciaoooooo

.
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 77
Messaggi : 6004
Data d'iscrizione : 09.02.11

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia.   La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 EmptyGio 18 Lug - 0:47:37

Admin Colomboantonio2005 ha scritto:
Purtroppo quella "cessione" di comando fu da me resasi necessaria a causa di seri problemi famigliari…. una separazione con tribunale dei minori avvocati ecc. ecc..

Non fu certo fatta per mancanza di passione ma , ovviamente per motivazioni più importanti.

Confermo le innumerevoli discussioni avvenute in seguito quando io ho richiesto e ripreso la mia posizione di Admin.

Un po' come in politica, quando gli dai la "cadrega" (SEDIA) non vogliono più lasciarla anche se a chiederla è il legittimo proprietario  La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 3079029344 .
Saluti  ciao
Colombo  yeahhh
stemma ufficiale

.. Colombo, archivio a parte, ho una memori elefantina da ricordare i trascorsi, soprattutto la logorroica discussione con il farlocco che inevitabilmente stava affondando le poche iscrizioni che raccoglievamo dopo le manifestazioni, dando il peggio sul VERO scopo del modellismo separato dal gioco, ovviamente, di libera scelta individuale, ma non si poteva spiegare ad uno sciroccato le scelte percorribili senza cozzare l'una contro l'altra. Ha volute essere un giocatore ir e spacciava carte false sul modellismo fatto d'altri. Ho le foto dei carri che è venuto a farsi colorare da me con le leccate per tirarmi dalla sua parte. Non sapeva comportarsi onestamente ...

... Riccardo a me ha fatto un grosso favore occupando il portale tirandosi dietro tutta la cricca inutile, che non sapevano dove stare se non piegandosi come canne al vento, sinceramente credo ci abbiamo guadagnato in quel lato ...

Certo insieme abbiamo assistito a volta gabbana avanti e indietro, menate e maneggio, complotti e reputazioni compromesse, diffamazioni comprese, un milanese voleva addirittura craccarmi il sito, ma non tutti la pensavano allo stesso modo e il giorno dopo mi avvisavano e io "archiviavo" pensa che cosa bizzarra, chi poteva immaginare che raccoglievo ogni postata da conservare. I più stupidi usavano telefonate lunghissime, che registravo e copiavo archiviando i contenuti.

... i forum mi hanno insegnato a saper leggere tra le righe dove scrivono quello che non pensano, pensando quello che non scrivono ...

In vent'anni sui forum mi sono fatto delle solide relazioni con persone affidabili sulle quali posso contare e se mi riportano qualche cosa, prima ringrazio e poi controllo. Non torno indietro e se accetto un incarico lo porto a termine.

ciaoooooo
yeahhh

.


Ultima modifica di Sven Hassel il Gio 18 Lug - 8:57:44, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
met5
Tenente
Tenente


Località (indirizzo completo) : Roma
Età : 51
Messaggi : 183
Data d'iscrizione : 10.12.15

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia.   La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 EmptyGio 18 Lug - 8:25:14

Sven Hassel ha scritto:
..... Lo videro come uno sgarbo fatto sul sacro Taminkia pasticciato con la zimmerit, scassato dove non avrebbero mai osato.....

Se lo zimmerit fu considerato uno scempio allora cosa avrebbero pensato dell'unico carro di cui mi sono (ahimè) disfatto: portato da Early ad Initial, con la coperta invernale offerta da Santa Madre Russia

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Img_2260

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Img_2261

Standardizzazione equivale ad annullamento mentale lol!
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 77
Messaggi : 6004
Data d'iscrizione : 09.02.11

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia.   La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 EmptyGio 18 Lug - 9:43:30

.

... senza i camion già inseriti da tempo, precedendo l'uscita dei tank, colorati e oggetto visivo conosciuto da chiunque ne incontra uno sulle strade, piacevano al pubblico più del carro armato difficile da identificare e considerato un soggetto offensivo ben presto capii che separatamente l'obiettivo di portare i carri dalle piazze alle fiere sarebbe stata dura senza un concordato sulle parti e non fu affatto raggiungere la comune intesa in quanto la stragrande passione modellistica possedeva camion e tank indistintamente ...

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Bergam11

... compatibilmente scale differenti a parte ci stavano

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Bergam12

Portarli in fiera fu possibile per un fattore indipendente girato a nostro favore facilmente spiegabile.

Novegro e non solo, cedeva i metri quadri ai negozianti/espositori a costi non certo regalati e si trovò con un calo vistoso di commercianti assenti (un negozio incominciava al giovedì a smontare caricando l'articolo da portare in fiera al venerdì, dove montava lo stand, se andava bene in due giorni pareggiava i costi sostenuti, altrimenti rismontava l'ambaradan domenica sera/notte e di lunedì rimetteva in sesto il suo negozio. Domanda, le fiere portavano clienti? No, se abitavi a Voghera o Modena, Bergamo o Pavia, campavi del tuo circondario. Le fiere da mercati commerciali si ridussero a platee di rappresentanza e i negozianti le disertarono. Il momento propizio arrivò da una discussione post fiera con la direzione in panico per una due giorni semi deserta, accettando il compromesso di cedere un'area per consentire lo stesso spettacolo estero che attirava molti appassionati a patto di avere a zero costi, ingresso, parcheggi, sacchettino con pane e bibita e orrenda pretesa (la terra per i cingolati). Assicuro chi leggono che non fu una passeggiata mediare simili condizioni con l'ente fiera che ricavava i profitti attraverso i pagamenti ma si trovava con la canna del gas e alla fine di battaglie ottenemmo le richieste.

... un conto è girare su cemento o asfalto di piazze, un altro ben differente è "imitare l'estero con tradizioni decennali" da sbalordire con diorami spettacolari e se per i carri una montagna di terra bastava per i camion si dovevano costruire una serie infinita di strutture e ambientazioni di supporto tempo un anno e incredibilmente da mani abili uscirono distributori di benzina, auto lavaggi, rampe e sopra elevate, ponti e gallerie, impianti di stoccaggio, magazzini, caserme di pompieri, rotonde strade, semafori, passaggi a livello, officine, aree per scavo MMT, una mole di lavoro notevole premiata dall'impegno e passione individuale dove ognuno si svenò di suo per un "progetto comune" ...

c....o e ricazzo, un progetto comune o scrivo l'unione fa la forza e le divisioni idiote fanno tabula rasa!!!

lol!

.
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 77
Messaggi : 6004
Data d'iscrizione : 09.02.11

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia.   La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 EmptyGio 18 Lug - 12:19:24

.

... mettere in opera 250 metri quadrati coperti da strade e quant'altro osservabile

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 100_9115

... percorso trial

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 101_1510

... area camion

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Nov_2012

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 101_3810

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 101_3911

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 101_3912

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Vvv_ki10

.... ma che cosa desiderava l'amministrazione fieristica? La gente assiepata sulle transenne!! Questo omino certo Pagliuzzi raggiante estasiato per le promesse mantenute riconfermava l'impegno assunto  ...

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Sven_611

Prima regola; nel sociale si entra portando il contributo e non farne l'interesse personale.

Seconda regola; il soggetto modellistico lo crei per tua personale soddisfazione, e mai per esibirlo ad altri.

Terza regola; l'ordine stabilito impone l'osservanza, la libera interpretazione porta solo caos.

Quarta regola; senza una precisa pianificazione "condivisa per accettazione"  nessun scopo si trasforma in azione.



Due responsabili in assoluto.

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Sven_511

... uno per i camion e l'altro per i tank ... finisc. Con altri 5 gruppi associati diretti dai rispettivi responsabili, per un totale di presenze interne ed esterne di ben 750 partecipanti ...

Calcolate l'incasso (perso) dall'ente fieristico e capite come non fu facile guadagnare l'ingresso fiera.

ciaoooooo

.
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 77
Messaggi : 6004
Data d'iscrizione : 09.02.11

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia.   La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 EmptyGio 18 Lug - 13:04:01

.

... ho corso un poco troppo arrivando all'ingresso fiera, con alle spalle anni di piazze condivise nella miglior compagnia avuta sul percorso e di persone così non se ne sono più incontrate ...

Che cosa "regalavo ai partecipanti"

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 100_7510

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 100_9611

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 100_9710

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 100_7412

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 100_7413

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 100_7414

... location scelte con cura

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Valbro18

... con impianti di rispetto

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Valbro19

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Granoz10

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 100_9510

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Parma_10

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Grumel11

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Parma_11

... Bellinzago caserma Babini per stare in tema carri armati

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Bellin11

.un invito esclusivo.


La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Bellin12


... l'omggio al comandante polizia

ciaoooooo

.
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 77
Messaggi : 6004
Data d'iscrizione : 09.02.11

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia.   La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 EmptyGio 18 Lug - 14:25:08

.

... si chiamano pubbliche relazioni e non interessi personali di nessun genere, tipo esibizionisti, che fa rima con menefreghisti che arrivano e se ne vanno, falsi leader dell'ultima ora piante grasse da allontanare, faccendieri tutte chiacchiere e distintivo, INSOMMA, non si va lontani raccontando frottole e peggio diffamare chiunque si mette di traverso alla scalata personale ...

Ci vuole gavetta e parecchia lunga esperienza sul campo per farti un nome inattaccabile perchè l'etica la erediti e l'educazione si impara per farne quel di peggio si crede.

... la piazza bergamasca di Grumellina

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 100_9910

Montorfano bis

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 2553_016

Pista privata su invito

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Bergam13

Castelmarte

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Castel14

Valbrona bis bis

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 100_9612

Canzo la quinta

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 25533_10

Cologno al Serio

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Cologn10

.
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 77
Messaggi : 6004
Data d'iscrizione : 09.02.11

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia.   La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 EmptyVen 19 Lug - 9:02:03

.

e quando leggo affermazioni basate su supposizioni che non corrispondono per nulla alla realtà dell'accaduto, mi chiedo: perchè scrivere, tanto per dare fiato alla bocca?... per dare del mangime a chi ha fame? .... su fatti o cose che se non sono state vissute in prima persona, sono solo per sentito dire o per supposizioni create dalla fantasia di chi le scrive

Le frasi enigmatiche in verità sono le più interessanti da capire. La realtà soggettiva, cioè accordata con noi stessi, difficilmente potrebbe identificarsi su fatti ascoltati o visti da altri convinti dal loro personale punto di vista. Il punto di vista non coincide mai sull’obiettivo comunemente ritenuto unico, perché l’osservazione del medesimo diventa pluralistica, vale a dire difficile per ottenere anche un solo accordo.

… ora, come si evince dalla nota ricevuta, l’autore sottolinea alcuni aspetti per lui non pertinenti. Il sentito dire dipende dalla capacità di saper ascoltare soprattutto la parte in causa difficoltosa da comprendere, un aiutino potrei darlo citando una massima; dai dello stupido a un indiano e questo ti ringrazia, lo dai a un italiano e questo si incazza. L’indiano riconosce l’osservazione come un aiuto. Al contrario l’italiano raccoglie l’insulto rifiutando il fatto d’essere (in quel momento) veramente stupido, che per definizione significa; uno che si ripete in continuazione. Capito, Signori che leggete prevalentemente quanto vi va di accordare impuntandovi sulla parte immediatamente ritenuta “supposizioni create dalla fantasia di chi le scrive” …

Segue; affermazioni basate su supposizioni che non corrispondono per nulla alla realtà dell'accaduto, mi chiedo: perchè scrivere, tanto per dare fiato alla bocca.

… la realtà dell’accaduto diventa la base di un punto osservato o visto da due angolature e per questo in naturale disaccordo. Un dito lo osservo dalla parte dell’unghia o da quella del polpastrello, entrambe le parti non sono osservabili insieme, capito? Chi legge dando fiato alla bocca, cioè affermando quanto ritiene sbagliato sul suo conto, si considera nell’assoluta innocenza sui fatti descritti? Beati gli ingenui d’essere immacolati in un mondo corrotto da loro stessi ...

L’autore, che ringrazio, mi ha fornito lo spunto per un messaggio d’interesse comune riguardo osservazioni riportate sul thread (La Storia dei ……..) indagata e riesumata su vicende e fatti vissuti e osservati indistintamente da più persone in causa comune, dove le parti si sono accordate o divise non potrebbero mai unirsi, ma resterebbero in perenne disaccordo del tutto naturale.

… la proprietà umana di sapersi comprendere indistintamente e di sapersi accordare socialmente è del tutto inesistente, quindi ben vengano le osservazioni avverse su realtà personali e vissute nell’ottica dei fatti contraria …

ciaoooooo

.
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 77
Messaggi : 6004
Data d'iscrizione : 09.02.11

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia.   La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 EmptyVen 19 Lug - 18:56:36

.

Modellismo in Villa Magno Magni

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Villa-10

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Panzer28

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 2r3xb410

... Bresso

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 101_0110

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 101_0210

... Cascina Cremascoli

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 101_2318

... Mirabeau

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Panora10

... Mirabeau bis

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Foto_m12

... Festa di Primavera

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Parma_13

... Festa di Primavera bis

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 101_2127

... Granozzo

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Novara10

... Granozzo bis

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Grumel13

... il Villaggio degli Elfi

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Elfi_010

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Elfi_011

... Grumellino tris

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Grumel14



.
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 77
Messaggi : 6004
Data d'iscrizione : 09.02.11

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia.   La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 EmptySab 20 Lug - 12:31:49

.

... tutto quanto sopra fu preparato per arrivare all'obiettivo fiere dove lo sopo sulla diffusione dei carri armati visti come novità ma culturalmente lontani dall'attenzione data in primis ai trenini e ai camion, i tank si dimostrarono subito di appartenere alla nicchia "giocattolo radiocomandato" ingiustamente fuori dal modellismo di qualità ...

Certo un soggetto dinamico, cingolato, che razzola in acqua e fango, rotola dalle pendenze, si usura costando un botto, non attrae il fighetto tutto perfettino.

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Tigre_11

... ho ascoltato spesse volte critiche malevole sui "guerrafondai" dai buonisti presenti nelle manifestazioni di piazze, ottuse osservazioni gratuite fuori luogo ma, con un campanello d'allarme utile per capire che i tank sarebbero rimasti per i soli appassionati colti sulla storia bellica militare ...

Il VERO modellismo diverte e riconosce soltanto chi lo fanno per loro stessi.

... mi trovo sul 2009 di fronte ai 4 anni dove osservo il passaggio dell'epoca d'oro in cui l'entrata "spettacolare" nelle fiere intesa per dare al pubblico in assenza d'altro lo scambio del prezzo del biglietto d'ingresso valido per soddisfare la visita, dove trionfavano i diorami ispirati sulle tradizioni estere (perchè senza l'italiota nazionale mai e poi mai si sarebbe impegnato oltre lo scopo di mettersi in mostra dentro un recinto riservato, girare, giocare, a spese d'altri e andarsene alla chetichella senza un grazie ...

In quattro manifestazioni fieristiche a Novegro, ne sono seguite altre prima di capire l'inutilità di continuare regredendo ogni anno nel pieno della crisi economica che ha falcidiato appassionati e non ridotti con le tasche vuote. Ricordo che il modellismo costa parecchio e dove occorre si pensa nell'impiego migliore dei soldi sudati.

yeahhh

.
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 77
Messaggi : 6004
Data d'iscrizione : 09.02.11

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia.   La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 EmptyDom 21 Lug - 12:18:03

.

... ci siamo entra la "terra" in fiera  campione

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 101_1414

... vista dal personale di Novegro come un supplemento di lavoro per liberare il padiglione al termine Rolling Eyes fuoriiiii La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 690317

... per i tankisti un misero mucchietto

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 101_1511

... lasciando il campo libero agli scavatori attrazione del momento

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 101_1512

... con la diffusione degli MMT novità assoluta

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 100_9010

Perchè lo Sven dispone poca terra per i tank e ne lascia una camionata per gli MMT?

A. ... una pianificazione non la improvvisi sul posto dove convochi decine di gruppi associati e centinai di persone con precise esigenze logistiche ma si prepara a tavolino centrando con esattezza che cosa (sta andando alla grande da dare al pubblico) magari a discapito di chi partecipano da primi attori in un sociale dove lo spazio dev'essere centrato con l'accordo stipulato con l'amministrazione ...

B. ... i faccendieri sopraggiunti anni dopo a piè spinto sui retroscena stabiliti non se ne sono curati sfruttando la scia per chiedere soldi sotto forma di "rimborsi" ......  ma te guarda l'alibi volpino per giustificare la mazzetta da spartire. Certo si devono essere sentiti più scaltri e motivati sui coglioni che in passato per anni non hanno chiesto altro che uno scambio consentito per le aree gratis, l'ingresso, i parcheggi, le colazioni al sacco, modalità d'impegno ereditate ma non sufficienti per l'avidità meschina di andarsene con le tasche piene.

C. ... ci sono due modi per essere corretti, chiedere l'accordo sul gruppo per capire che cosa farne di soldi chiesti per partecipare e la destinazione d'impiego dove acquistare e migliorare scenografie o quant'altro, e qui ci siamo!

D. ... oppure trattato da un portavoce leader unico con l'intenzione di fare un piccolo business da spartire tra eletti (individui del genere non agiscono da soli ma cercano "complici" rispettabili manipolati per pararsi il culo se scoperti) ignoranti non solo sull'onestà ma con lo spiccato senso presuntuoso per dimostrare quanto sono molto più bravi di altri, e questa innata deficienza li porta al collasso devastante, perchè scoprire d'essere fregati dagli stessi compagni di gruppo si PERDE LA FACCIA  PER SEMPRE ...

... i partecipanti aggregati o invitati, non si sono domandati quali oneri faticosi affrontavano i diretti responsabili sulle aree e quali giochi d'interessi si combattevano per evitare favori, manovre non consentite, maneggi sporchi, parati addirittura mesi prima negando a chi cercavano posizioni di primo piano, attrezzature privilegiate e persino rubando le transenne, sottrarre tavoli, accaparrarsi prese di correte, sedie e litigando per i metri di moquette a disposizione ...

La cima della montagna si inizia a scalare dalla base! Chi si pone sulla cima dimostra anticipatamente la mancata efficienza /se scrivo inefficienza/ alcuni si sentirebbero gravemente offesi punti sul vivo. La scartina inserita nel sociale non sa di diventare il punto focale dell'osservazione generale e d'essere "controllato a vista, indagato a fondo e lasciato affondare nella sua stessa palude".

... fortunatamente e malauguratamente gli "affondati" si sono fatti mettere il cappello d'asino relegati nell'angolo come esempi sui quali diffidare apertamente ...

Il mucchietto di terra sul campo tankista ha insegnato sul DARE anche a discapito di se stessi, regalare ad altri dona gioia e piacere, al contrario se rubi il prossimo condanna.

...... fin troppo facile, Signori, prendere affrettate posizioni superficiali ignorando quali retroscena si combattevano per evitare infiltrazioni balorde mascherate da buonisti spregiudicati rischiando d'essere tacciato come il peggiore rompiballe rincoglionito che cerca l'ultima parola ...

Contento di non avere padroni significa non avere cadaveri nascosti.

ciaoooooo

.
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 77
Messaggi : 6004
Data d'iscrizione : 09.02.11

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia.   La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 EmptyLun 22 Lug - 10:30:48

.

((... oppure trattato da un portavoce leader unico con l'intenzione di fare un piccolo business da spartire tra eletti (individui del genere non agiscono da soli ma cercano "complici" rispettabili manipolati per pararsi il culo se scoperti) ignoranti non solo sull'onestà ma con lo spiccato senso presuntuoso per dimostrare quanto sono molto più bravi di altri, e questa innata deficienza li porta al collasso devastante, perchè scoprire d'essere fregati dagli stessi compagni di gruppo si PERDE LA FACCIA  PER SEMPRE ...))

Buon giorno capitano lo sapevo che ne avresti parlato,se alludi a chi dico io scomparire dalla faccia della terra sarebbe la sola disonorevole conclusione per avere contribuito sulla disgustosa corruzione di un’attività creata per passione e tanto lavoro instancabile, come quello che stai facendo adesso scrivendo sul bello e il brutto di ieri e oggi.L’idea di scrivere le tappe,molte da me seguite con piacere,non me la sarei aspettata meno completa e dettagliata come hai sempre sottolineato l’arte modellistica di cui sei maestro, sia la corretta informazione sui reportage delle fiere dove mi deliziavo tale fossi stato presente sul posto.Se me le ricordo le tue accorate descrizioni colorite allo Sven ironiche quanto vere,che andavano oltre l’euforia sciocca del momento aprendo da questi orizzonti sempre costruttivi.Sei un gigante capitano,uno come te si incontra raramente.Un saluto sull’attenti.

(individui del genere non agiscono da soli ma cercano "complici" rispettabili manipolati per pararsi il culo se scoperti)

Esattamente questi impavidi falliti si incollano letteralmente con persone al di sopra ogni sospetto con lo scopo di ottenere il credito necessario per intrighi personali trattati all’oscuro con altri compiacenti interessati a loro volta in operazioni e maneggi sporchi. Rientra nella loro mentalità l’inganno e l’assoluta mancanza di rispetto verso chiunque, incominciando in primis dalle persone abilmente manipolate. Ricordo il caso a me denunciato un anno prima e da me rifiutato come fantasia, però, l’anno dopo stetti in guardia cogliendo sul fatto proprio l’insospettabile che mai avrei creduto fosse capace di tanto. Non cercare il tuo nemico lontano quando lo trovi nella tua ombra. Con te ho diviso le piazze, viste e discusse di ogni colore, erano altri tempi facilitati dentro un momento dorato e cavalcato prendendo ogni treno in corsa senza esitazione, oggi non ci sono treni in partenza se non qualche locomotiva in pressione in fondo ai binari in attesa. Ricordi TANKRC - le CCAT – le ITT e le rifondate ITT – il NOR-ITA – MONSTERTRUCK – con me, e i tank, raggiungevano visibilità e attenzioni giornaliere da record, adesso social o no, l’interesse modellistico si è sopito e diradato sparendo da quella tradizione storica italiana che tanto avremmo desiderato continuasse. Si contano i cadaveri (portali chiusi) e defezioni di iscritti associati malversati da intriganti fasulli leader scoperti solo chiacchiere e distintivo. Ti meravigliasti quando chiusi la mia presenza nel 2012 affermando che più di così non potevamo aspettarci edizioni altrettanto di successo impiegando centinaia di persone dove non potevamo certo contare per gli anni successivi. L’estero percepiva la crisi chiudendo alcune fiere e da noi l’italiota becero continuava l’ostinata corsa sullo sfinimento, fermarsi e contenere strettamente le forze a disposizione l’ho raccomandato a lungo perché si evitavano le dispersioni selezionando i migliori selezionati escludendo i volta gabbana interessati solo per loro stessi. Chi cambiano i colori dentro la testa non sanno neppure loro che colore hanno.

Una salva di cannone per i vecchi tempi.

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 867508

.
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 77
Messaggi : 6004
Data d'iscrizione : 09.02.11

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia.   La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 EmptyLun 22 Lug - 16:51:30

.

... l'anno successivo si spartisce equamente la terra a disposizione per buona pace tra i camionari e i tankisti riconoscenti di trovarsi uniti sul fronte comune del modellismo radio comandato

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 100_9116

... bandito il gioco IR in coerenza per non interferire con altri

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 100_9117

... il miglior modellismo di quell'epoca

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 100_9118

... non solo stupiva il pubblico ma affraid

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 100_9119

... intascava riconoscimenti e meriti per tutti

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 100_9120

... i soggetti portati all'attenzione delle giurie

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 100_9121

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 100_9011

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 100_9122

... da Parma arriva il King in 1.6

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 100_9012

... che far fuoriiiii à dannare il suo proprietario

yeahhh

.
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 77
Messaggi : 6004
Data d'iscrizione : 09.02.11

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia.   La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 EmptyLun 22 Lug - 17:36:00

.

Credo doveroso spiegare i dialoghi privati ritenuti d'interesse pubblico.

Ricevuto da A.

((credo che anche te hai spaziato in molti forum e non sempre hai cambiato aria solo per divulgare in altri lidi il "tankismo" per poi magari ritornare....per esempio su Monster truck con Andrea (Cuccurux) mai avuto discussioni e così anche con altri?))

… certamente e non solo con il cuccu, anche con Leone di ITT, riaperte senza di me, perché se lascio non torno. Monstertruck ha provato fastidio per le oltre 10.000 postate sulla sezione assegnata dei tank che sottraevano attenzione interna, e il cucco in riunione aveva esternato sospetti d’interessi privati sul mio conto (ero quello che decideva su Novegro con ICE) e sulle riunioni avevo i resoconti per mandare il cucco a fan culo, rientra nel giocare d’anticipo. L’italiota non capì che da lui ci stavo per DARE e non per prendere. Chiese in seguito dei chiarimenti a Novegro mai avuti. Leone voleva un forum tutto sulle sue creazioni dioramiche molto belle, ma di minor interesse rispetto ai tank da lui odiati, l’ha avuto e chiuso in meno di sei mesi. Riccardo sai benissimo che insisteva sulle continue mail perché tornassi su rctankir e non sul forum da Colombo, accettato sui due piedi all’istante …

Ricevuto da B.

A te piace fare le pulci a chi non può rispondere perchè mi piacerebe sentire la campana d'altri e non sol o la tua e spiegami perchè rivangare il passato e per chi , se dopo anni non cè più nessuno ?

... sul "non possono rispondere c'è il forum aperto e sai che rispondo da anni e anni a chiunque, te compreso che mi scrivi in privato e potresti farlo pubblicamente, magari evitando qualche rischio contraddittorio. Se ti scrivo (sforzati nel capire) se non conosci la storia sei costretto nel ripeterla, ti suona nuova come indizio? Il thread lo stanno leggendo quelli di una volta e di quest'epoca, puoi controllare il numero di visite ...

Citando fatti e nomi, alcuni, pochi in verità, se non sono stati cancellati come indesiderati, possono quando lo ritengono necessario, dare la personale opinione su quanto credono sia alterato. Felice di leggere qualsiasi lato trascurato da chiarire.

Nel frattempo beviamoci una birretta.

BIRRA

.

Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 77
Messaggi : 6004
Data d'iscrizione : 09.02.11

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia.   La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 EmptyMar 23 Lug - 12:09:30

.

Buon giorno Dante ho visto la foto con il bresciano a quando la storiella sui buoni pasto gonfiati? E te com ......

... se alludi al pesciolino fatto diventare una balena aaaaargh!!!!!!! non ci sono ancora arrivato e poichè io stesso ho impiegato un anno per la conferma sul misfatto dovrai attendere i tempi sulle postate ...

Sull'altro portale di Lavelli's è duplicata la Storia sulla diff..) resa disponibile attraverso il link. Ciau nèe.

yeahhh

.
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 77
Messaggi : 6004
Data d'iscrizione : 09.02.11

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia.   La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 EmptyMar 23 Lug - 14:52:23

.

... non è stato facile competere con l'estero tradizionalista e culturalmente affermato con decenni d'esperienze sulle spalle

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 101_1513

... però la coesione e la buona volontà fanno capolino

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 101_1514



... attraverso la presenza di personaggi emergenti disposti a votare la causa tankista  cheers  cheers  cheers

L'affermazione merita la precisazione dovuta; è vero che questa dovrebbe essere la cronostoria sui carri armati, fenomeno del tutto nuovo in espansione, però, senza il supporto dei camion saldamente al comando sul dinamico (i tankisti isolati chiamati anche antenati) non si sono minimamente spesi sulla loro diffusione sostenendo l'elitaro presuntuoso d'essere una nikkia intoccabile. Scemate idiote emesse da cretini convinti di credersi unici se ne sentono in ogni dove. I fatti restano e vanno solo in una direzione, appunto, in AVANTI!

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 101_1515

... un pianificatore accorto sperimenta attraverso l'osservazione qualunque tendenza del momento contando l'assiepamento del pubblico sulle transenne, perchè lo spazio camionabile confina con lo stesso tankista usufruendo l'attenzione dello stesso pubblico

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 101_1516

Sono da sempre avverso sulle divisioni, separazioni, frammentazioni, ordite da imbecilli emergenti destinati fortunatamente all'evaporazione sepolti da macerie.

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 101_1517

... senza l'adesione con i truck i soli tankisti non avevano neppure i numeri minimi per oltrepassare i cancelli dei padiglioni fieristici, piaccia o no questa è verità wow!!

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 101_1518

............. si vedono gli striscioni "ospiti" appesi sull'interno delle transenne eeeeeeeeeeh non c'è voluto molto farsi passare per (l'organizzatore) sull'area a fine fiera gloriandosi ai quattro venti approfittando sull'occasione per farsi pubblicità sui meriti d'altri

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 101_1519

Quando in seguito sono stati vietati colori e striscioni dentro l'area c'è stato un buon motivo chiaro per tutti meno uno tutto del tutto impedito additato come cerebroleso. Non lo scrivo per cattiveria ma per pietà di un mio simile incompleto.

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 101_1520

... le strutture di complemento "diorami" di rara fattura e completamente rispettosi sulla scala, indispensabili per avvicinare un altro tipo di modellismo edilizio se vogliamo chiamarlo, crescevano aumentando l'apprezzamento scenografico strappando al pubblico commenti positivi e perchè no, pure negativi, ascoltati direttamente da me mischiato tra le persone che commentavano il visibile

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 101_1521

Ascoltare è superiore all'emettere aria fritta dalle bocche, dove in taluni casi insegnano parecchio; dove i truck strappavano entusiasmi e i diorami meraviglia, i commenti sui tank li ricordo bene: ma questi qui a giocare con i carri armati non sono troppo vecchi? Ma che fanno le corse? Non si capisce niente sulle parti, sono tutti uguali. Questi qui sono malati di naia. Ci sono troppe guerre in giro e devo vederne anche qui, ma andate a cagare.

... un campionario non incoraggiante e neppure promettente sull'introduzione militaresca-modellistica che partiva svantaggiata dall'assenza totale di una cultura scolastica esclusa sulle generazioni post WW2 scatenando avversioni d'impatto persino contro sofisticate esibizioni radio comandate ...

EEEEEEEEEEEEEEEH, ultimi arrivati che da primi siete stati inculati da soli beceri d'ignoranza non avendo nè gavetta d'esperienze e neppure il buon senso d'imparare da chi ne sapevano molto, anzi moltissimo, tanto da poter prevedere chi e come stavano portando alla distruzione organica un palinsesto retto in bilico provvisoriamente da fattori precari.

... vi è stato addetto il ruolo del toro dentro le porcellane ...

ciaoooooo

.
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 77
Messaggi : 6004
Data d'iscrizione : 09.02.11

La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia.   La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 EmptyMar 23 Lug - 15:01:46

.

cumenda due cose rapide perche fa caldo da crepare,che fine ha fatto capita america e guarda che ce l'ora sbagliata sulle postate ciao

... sto sui 26 gradi e resisto, dunque, ovunque sia finito e ci sta lontano, starà tritando i coglioni ad altre vittime che lo immaginano una cima in ogni campo possibile. La discontinuità sull'ora indicata dipende dal portale, vecchio e non si può sintonizzare, comunque grazie ...

Ciao La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 3263470005

.
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Empty
MessaggioTitolo: Re: La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia.   La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia. - Pagina 2 Empty

Torna in alto Andare in basso
 
La Storia sulla diffusione dei carri armati in scala 1-16 in Italia.
Torna in alto 
Pagina 2 di 11Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, ... 9, 10, 11  Seguente

Permessi in questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.
carrirc.attivoforum.com :: IL GIORNALE DI SVEN-
Vai verso: