carrirc.attivoforum.com

Se il MEZZO MILITARE è il tuo INTERESSE, sei nel posto giusto...e il nostro Club è TUTTO GRATIS!
 
IndicePortaleGalleriaCercaRegistratiAccedi
Accedi
Nome utente:
Password:
Connessione automatica: 
:: Ho dimenticato la password
Cerca
 
 

Risultati per:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Statistiche
Abbiamo 84 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Teo640

I nostri utenti hanno pubblicato un totale di 21310 messaggi in 1449 argomenti

Condividi
 

 Un Grillo parlante.

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5713
Data d'iscrizione : 09.02.11

Un Grillo parlante. Empty
MessaggioTitolo: Un Grillo parlante.   Un Grillo parlante. EmptyMar 6 Mar - 12:39:47

.... Ricavato dal Nor-Ita ..............


.

Prendo spunto da una mia considerazione/sfogo scritto sul forum truckmodel dove un utente si è lamentato di aver ricevuto critiche non costruttive su un suo modello. (il testo che segue è un'auto-citazione rielaborata)

L'ho sempre detto e lo ripeto, di norma il modellismo italiano IN GENERALE fà pena di suo perchè la maggior parte dei praticanti semplicemente si limita a giocare e a montare i kit presenti in commercio: quello praticamente non è modellismo, è semplicemente comprare un giocattolo ed utilizzarlo (e montarlo quando serve)...difficilmente troviamo dei veri modellisti capaci di autocostruzioni volte alla modifica radicale di un kit oppure alla realizzazione ex-novo di qualcosa di particolare o anche già esistente ma che non è minimamente all'altezza di ciò che si crea CON LE PROPRIE MANI.
Poi c'è anche chi ci prova ed i risultati sono tutt'altro che buoni, ma sempre meglio quelli rispetto a chi si adagia alle regole del commercio...almeno quelli, prova oggi e prova domani, col tempo migliorano. Non è difficile cominciare a fare del modellismo, basta apportare già delle piccole modifiche, delle migliorie estetiche, elettriche, meccaniche al proprio modello per renderlo migliore di quelli della catena di montaggio industriale e soprattutto per rendelo più personale.
Quello che oggi viene considerato dai più come modellismo è paragonabile a comprare l'ovetto Kinder, trovarci dentro l'aeroplanino o la barchetta, montarli e giocarci.
Quello che invece si definisce come vero modellismo, oltre a quanto già citato sopra, è per esempio il tipo che compra i piani di costruzione di una nave, FOGLI DI CARTA, e ne tira fuori un vero gioiello in legno, oppure chi si progetta e realizza un modello in scala partendo da zero, oppure chi studia la storia e la tecnica dei suoi modelli preferiti per cercare di dare una visione ridotta il più possibile vicina alla realtà. A pensarci bene, nel caso di un truck in scatola come di altri kit di montaggio di altri tipi di modellismo, il vero modellista è stato il progettista. Molti si limitano solo ad assemblare, praticamente vittime di una catena di montaggio ed illusi di fare il vero modellismo, l'arte del prototipare per dirla alla Sven.

Di norma poi quando i prototipatori o i seri modificatori si palesano da qualche parte, vengono immediatamente tempestati di domande inutili per sapere come si è fatto questo o quel particolare, quando il particolare realizzato, oggetto di queste domande lo saprebbe rifare anche un bambino dopo averlo guardato attentamente ed averci pensato su 15 minuti (di norma questi bravi modellisti, laddove si palesano, sono ben felici di esplicare concetti e procedure di realizzazione delle cose difficili, quindi a che servono le domande inutili sulle cose semplici?)...questi bravi modellisti poi li si copia spudoratamente, perchè ovviamente il modellismo non significa copiare la realtà riducendo in scala, ma solo copiare quello che hanno già fatto gli altri...è più facile...grande esempio di intelletto e ragionamento, di utilizzo del cervello altrui tenendo il proprio ben chiuso dentro la testa e con la spina staccata...si potrebbe rovinare con l'uso.

Accade anche che, quando questi modellisti ti offrono la loro presenza ad una mostra con al seguito i propri lavori, invece di presentarli su un vassoio d'argento come il vero modellismo italiano, si trattano anche male? (questo avviene da parte di altri personaggi presenti, dubito che in certi casi li si possa definire modellisti).
(Ho scritto "il seguito dei propri lavori" perchè non è la prima volta che sento dire di personaggi che si presentano alle fiere anche senza modelli, solo per essere osannati da chi gli ha affibbiato la nomea di grande modellista quando di grande c'è ben poco...bravo modellista sì, per diventare grande di strada ne devi fare parecchia ancora, basta che dai un'occhiata oltre i confini nazionali se proprio non vuoi sforzarti a trovare i maestri italiani...il tuo modello sarà anche funzionale ma per essere una riduzione in scala del vero ce ne vuole ancora...(qui mi allaccio a discorsi già fatti su questo forum da Dante e da Antonio) sì perchè di norma il VERO modelista E' UMILE (tra i veri modellisti ci sono anche gli sboroni, purtroppo le pecore nere sono presenti in ogni famiglia), e normalmente si confronta con gli altri più bravi di lui cercando di prenderli come esempio per crescere e migliorare - prendere d'esempio il modellista, non copiare il suo lavoro, s'intende - in un normale VERO confronto fra modellisti non si cerca di far vedere che "il mio è più bello", si discutono delle tecniche, dei procedimenti, si fanno critiche costruttive volte al miglioramento personale.

Di norma chi critica il modellista stupidamente, non costruttivamente, si taccia semplicemente come un giocatore invidioso delle belle cose degli altri (salvo smentite).

Lo stare in un forum o presenziare ad una mostra per molti è solo un modo per stare sotto i riflettori e fare il protagonista, per il modellista invece rappresenta il naturale sfogo di questo hobby, la condivisione con altri modellisti del frutto del suo intelletto e delle sue mani...in questo modo si dà e si prende...così facendo si è umilmente superiori a chi muove critiche non costruttive.
Cosa fà allora il modellista quando sulla propria strada incontra personaggi del genere...di norma cerca, come hanno fatto in molti prima di lui, il giusto luogo dove il suo lavoro ED IL SUO CERVELLO vengano giustamente ed umilmente apprezzati e dove c'è gente anche più brava dello stesso modellista...è il posto migliore per poter continuare a fare il vero modellismo e dove poter crescere ancora, grazie alle critiche ed ai consigli dei modellisti più bravi...e questi personaggi si riuniscono anche da soli, in 3 o 4 alle volte, con i loro modelli...non fanno parte di una setta, semplicemente si accontentano delle persone che hanno vicino, il pubblico non serve.

Una volta poi ritrovatisi in gruppo può capitare che questi modellisti decidano di partecipare tutti insieme a qualche evento, mettendo su un vero e proprio spettacolo con tanto di scenografie e quant'altro possa riprodurre fedelmente il mondo e la vita dei loro modelli...da questo spettacolo ne esce un unico attore protagonista vincitore dell'oscar, il gruppo stesso, coeso ed unito sotto un'unica bandiera che non rappresenterà mai le prime donne.

Finalmente in Italia qualcosa si comincia a muovere, veri modellisti ce ne sono sempre stati, nascosti nei loro oscuri e fumosi laboratori...con l'arrivo del web dove tutto è sotto gli occhi di tutti, alcuni di loro sono usciti fuori dalle loro tane e con i loro lavori e con il loro intelletto hanno insegnato ad altri a fare il modellismo...e così con il tempo la qualità di questi modellisti migliora, grazie anche al confronto ed alle critiche, e finalmente ci si può cominciare ad affacciare al di fuori dei nostri confini (soprattutto oltralpe) a far vedere che ci siamo e che siamo capaci anche noi di fare qualcosa degno di nota.

Se arriva a leggere fino a questo punto, lo Sven mi fucila per avergli rubato il mestiere oppure mi arruola per dargli manforte.

Ciao
Antonio

Torna in alto Andare in basso
 
Un Grillo parlante.
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
carrirc.attivoforum.com :: IL GIORNALE DI SVEN-
Vai verso: