carrirc.attivoforum.com

Se il MEZZO MILITARE è il tuo INTERESSE, sei nel posto giusto...e il nostro Club è TUTTO GRATIS!
 
IndicePortaleGalleriaCercaRegistratiAccedi
Accedi
Nome utente:
Password:
Connessione automatica: 
:: Ho dimenticato la password
Cerca
 
 

Risultati per:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Statistiche
Abbiamo 84 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Teo640

I nostri utenti hanno pubblicato un totale di 21310 messaggi in 1449 argomenti

Condividi
 

 La Bugia.

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5713
Data d'iscrizione : 09.02.11

La Bugia. Empty
MessaggioTitolo: La Bugia.   La Bugia. EmptyGio 22 Set - 14:43:11

.

Articolo scritto per la rivista Atlantide.



La bugia.


Caro amico, sono nuovamente io che ti scrivo e tu puoi leggermi.
Questa volta parlerò di una cosa banale, quasi insignificante, la bugia. Si scopre da piccoli, si usa per sfuggire una realtà insostenibile. La realtà è un’azione, un fatto, la giustificazione successiva un’altra realtà. Capimmo fin da piccoli che potevamo trasformare una realtà in un qualcosa di diverso.
Che scoperta ragazzi, che gran roba. Si cresce e ci si perfeziona, una bugia diventa “ il nostro personale punto di vista “ su una certa cosa…..e sì, abbiamo molti mezzi per giustificarci.
Prendiamo un esempio a caso, le guerre. Nessuna guerra è mai stata apertamente dichiarata se non dietro la scusa della necessità di difendere il sacro suolo della patria. Non è una bugia bella e buona? Caro amico, quando eri un piccolo bambino hai fatto questa pericolosa scoperta, quella di poter essere per necessità bugiardo. In seguito, crescendo hai scoperto che potevi essere bugiardo per utilità. Poi ti sei trovato con qualcosa che non funzionava bene dentro di te, un disagio, un malessere sottile. Il sospetto di un disorientamento inspiegabile, qualcosa di preoccupante. La bugia. La bugia esige da te un grosso sforzo per persistere, bisogna faticare parecchio per sostenere, alimentare un sistema bugiardo, al contrario, forse non te se sei accorto, la verità sta lì senza nessuno sforzo. O almeno uno sforzo c’è, un problema, se la verità è coperta da una bugia.
L’Universo che abitiamo, il sistema solare, il pianeta intero è sottoposto al dualismo. Sai, ovviamente, cosa sono le leggi del dualismo, vero? Tutto quanto, se lo osservi, ha il suo corrispettivo opposto, non mostra un solo aspetto, ne possiede almeno un altro. Piccoli esempi; il giorno e la notte, il bello ed il brutto, l’acqua ed il fuoco, la terra ed il mare, ecc.
Capisci meglio?
Bravo.
Prova a sostenere con qualcuno che conosci, che il sole lo si vede in pieno giorno, nel cielo limpido? Saranno d’accordo tutti con te. Poi mettiti a raccontare che hai visto un asino che volava, nessun altro l’ha visto, tu solo puoi sostenere il fenomeno e se sei veramente determinato, se insisti tenacemente, se difendi il tuo scopo ben presto ti vedrò in televisione, sarai riuscito a diventare famoso, il tuo piccolo momento di gloria l’avrai avuto. Certo di sforzi n’avrai dovuto fare tanti, fino a sentirti stremato, in particolare la fatica più grande sarà stata di non poter raccontare di esserti inventato tutto. Così, sforzo dopo sforzo, bugia più o meno voluta, sempre per coprire una realtà non accettata, ti senti poco bene. Proprio così, ad un certo punto non ci si sente bene, anzi si incomincia a sentirsi molto male. A questo punto, caro amico, chi mai penserebbe che a farci stare così male, svuotati, senza forze, apatici o incolleriti, ansiosi o depressi, sono state le nostre bugie?!
Ricorda, una sola bugia ha richiesto un grosso sforzo, una quantità d’energia è sottratta alla vita e questa ne risente. Capita di sentire chi si vanta di essere un buon conoscitore in generale, ma su di un soggetto siamo più o meno ignoranti, vale a dire su di noi.
Chi è l’uomo, che cos’è dentro, cos’ha sotto la pelle come funziona, quali sono le sue parti critiche, le più intoccabili e delicate? L’uomo appare come un mistero. Del tipo, non parliamone? Eppure, senti una stanchezza fastidiosa, rimpiangi l’energia di un tempo, dei problemi ti tormentano, la serenità se né andata. Ti sforzi di stare bene seguendo corsi di ginnastica o di nuoto, poi bevi litri d’acqua al giorno, purifichi i tuoi reni intanto che aumenta la tua stima per i pesci, ma non la sai spiegare. Il dualismo, l’ambiente in cui viviamo, dovremo conoscerlo più il là del lavoro che facciamo, dovremo estenderci ben oltre il normale, dovremo nutrire la nostra mente con maggiore qualità, poiché questo subdolo e delicato organismo ha la brutta tendenza di fissarsi sulle cose.
E, se si fissa sul bugiardo, sulla parte opposta della verità, cosa succede alla mente dell’uomo? Si ammala, semplicemente i malanni della specie umana sono causati da un fattore più o meno elevato di bugie. Le bugie fanno male, che scoperta! Questo ambiente, dove viviamo, premia la verità e penalizza la bugia, in quanti sono a saperlo, tu n’eri al corrente? Perché, non provi a riflettere sull’importanza del vero, sulla tua vita in generale, magari sulla tua salute? Viviamo per un processo di crescita costante, smettiamo di vivere quando questo processo s’interrompe, quando terminiamo la quantità d’energia che ci sostenta, un cancro è un processo cellulare che ha interrotto la crescita di una parte organica. Tutto è iniziato con una sottrazione d’energia. Con uno sforzo, fatto per sostenere un apparato bugiardo. Incredibile? No, solo vero. Ripensa per un attimo solo alle tue peggiori bugie e dimmi che stai …..bene?
Prova, onestamente a dirti che bene non stai, anzi stai in questo lato proprio male. Poi, ascoltati, in silenzio, dentro di te accadrà una piccola maraviglia, sentirai una profonda differenza, come di liberazione, accompagnata da una sensazione di stare bene. Capisci il meccanismo, la verità può spazzare via la bugia. La verità è la vita, la bugia, il lento soccombere. Puoi vivere, caro amico, e allora cerca di vivere meglio, libera quanto di bugiardo possiedi, riacquista interamente la tua forza e con lei riavrai la serenità, la libertà che ti sei sottratto, il potenziale dell’intelletto senza più confusione, senza alti e bassi e senza la disperazione che ti affligge.
Ti sei dimenticato com’eri da bambino, litigavi ma durava un attimo la tua rabbia, ti arrabbiavi ma trovavi un nuovo gioco, ora fai un lavoro insoddisfacente, trascini degli affetti senza crederci più, passi solo il tuo tempo a pensare…quand’è stata l’ultima volta che hai pensato d’essere felice?
Si crede solo nella felicità dell’infanzia, poi si smette diventando adulti.
Per godere della felicità bisogna abitare il più possibile nella casa della verità.
Deciditi a cambiare, amico mio, prova a prenderti davvero sul serio e rivedi tutto il palinsesto bugiardo che ti sei costruito con cura per peggiorare la tua unica vita. Ora sai, cos’è la natura della tua infelicità. E’ davvero facile vincere, basta incominciare a svelare il contenuto delle bugie. Non esistono asini che volano. Esiste la nostra sofferenza.


Personale. Archivio n° 182 7 - 4 - 0098.

GD

.


Torna in alto Andare in basso
 
La Bugia.
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
carrirc.attivoforum.com :: IL GIORNALE DI SVEN-
Vai verso: