carrirc.attivoforum.com

Se il MEZZO MILITARE è il tuo INTERESSE, sei nel posto giusto...e il nostro Club è TUTTO GRATIS!
 
IndicePortaleGalleriaCercaRegistratiAccedi
Accedi
Nome utente:
Password:
Connessione automatica: 
:: Ho dimenticato la password
Cerca
 
 

Risultati per:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Statistiche
Abbiamo 84 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Teo640

I nostri utenti hanno pubblicato un totale di 21310 messaggi in 1449 argomenti

Condividi
 

 Reporter Novegro 2011.

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5713
Data d'iscrizione : 09.02.11

Reporter Novegro 2011. Empty
MessaggioTitolo: Reporter Novegro 2011.   Reporter Novegro 2011. EmptyMar 1 Mar - 22:33:54

.

Le ITT viste da fuori con RCTanIR FORUMATTIVO.

I numerosi visitatori si sono trovati loro malgrado coinvolti nella più grande manifestazione coreografica mai vista sulle fiere di Novegro e chi lo scrive ne ha passati di anni come visitatore, espositore, attivista con gli ultimi da membro organizzatore. L’organizzazione Ciceri ha letteralmente dominato i padiglioni d’ingresso e la vasta area a disposizione all’esterno dando nuovamente prova d’efficienza e di serietà professionale concedendo sotto la sua responsabilità le attrezzature indispensabili messe a completa disposizione dalla direzione fiera senza nessuna riserva. L’intero personale ha prontamente fornito i materiali assicurando allo staff delle ITT presenti sul posto fin dal mercoledì con il primo intervento sullo scarico dei numerosi metri cubi di terra da campo preparata per le specialità richieste, questa operazione ha dato l’avvio grazie ai camion dell’impresa Lavellig uno dei preziosi contribuenti sulle scenografie naturali.
Disporre di logistiche sufficienti per incominciare un’impresa come la preparazione di aree da attrezzare richiede un coordinamento ed una netta precisione sulle azioni da fare senza nessun tipo di perdita di tempi morti o riflessioni inutili. I tempi disponibili sono stati impiegati fin da mercoledì senza esitazioni da ogni incaricato sui lavori … il Press ha aperto l’auto sapientemente riempita scaricando una quantità impressionante di materiali scenografico cresciuto esponenzialmente durante l’anno e partorito personalmente solo in parte con il buon Criss (uno che per energia l’Enervit la usa come acqua in doccia) che si è cimentato sul ponte ad archi dando prove d’architetture ben apprezzate. Lo Sven intanto guardava sconsolato la collina di terra esageratamente scaricata dall’istancabile lavelling che seppelliva il rettangolo in assegnazione per i tank … maledetti tollini del Fùhrer presenti su invito sotto l’ampia volta riscaldata del padiglione centrale … mica male come idea sul contributo per dare ai visitatori un’altra porzione di spettacolari battaglie campali.
Quattro sfaccendati architetti si danno d’impegno montando la bella sopraelevata che da sola troneggia in metri quadri mai avuti a disposizione da nessuno negli annali fieristici novegrini, la direzione sotto l’occhio attento ha generosamente ricambiato l’impegno promesso concedendo un intero padiglione agli RCIZZATI elettrici ……… impianti del genere non sono così facili da poter trovare se non previsti da persone di lunga competenza e le ITT a quanto è dato a vedere, ha tra se delle persone “magicamente” presenti nei posti giusti nei momenti appropriati. Il mercoledì da solo ha evidenziato a differenza dello scorso anno due fattori dominanti come imprevisti in parte, l‘aumento dell’area principale con relative nuove coreografie da posare e la necessità di nuove risorse manuali … quest’anno lo spazio è diventato quasi doppio e le persone diminuite per coprirne i lavori.

Il venerdì … inizia per molti la no stop novegrina e per dirla alla Sven, il venerdì sui lavori di allestimento è il giorno più interessante per i creativi in gioco. Questo modo di giocare tra virgolette è visto e preso da alcuni come un impegno personale tale che se osservati questi personaggi assumono il ruolo stacanovista del serioso lavoratore … l’individuo mostra l’indole abituale … di come si muove socialmente e professionalmente.
Il Press, noto allappato “perchè è lungo” si muove con rapida eleganza abituato com’è sulle visioni aeree dominando spazi ancora da raggiungere, sa dove arrivare ancora prima di partire. La coppia Silver papà e figlio, il rapporto generazionale evidenziato da una solidale collaborazione silente quanto di bella presenza, vederli insieme è davvero un valore familiare, un duo che hanno lasciato sul terreno una firma indelebile. Il lavelling che dire se non che ti porta lo Sven da un capannone all’altro facendogli vedere com’è il panorama da un metro e mezzo d’altezza, uno che se gli dici di limitare lo scarico ti pianta un quattro assi sul posto, risultato una collina di terra da campo, …. Pota lè tera, se la cress la spostum … indovè ul prublema? Il fido Otto Carius ne segue con attenzione gli ordini di scuderia a colpi di badilate … Novegro si confonde con la natura circostante ritornando alle origini campestri se dovessimo insistere con le colonne di camion agli ingressi.
Lo Sven, quasi smarrito in uno spazio enorme ma preoccupato per poterne assegnare equamente a tutti. Uno che pensa e se pensa non cammina e se sta fermo crea ……………. Ed è uno che se tace diventa maledettamente pericoloso, lo sanno chi inavvertitamente gli hanno pestato un piede. Lo conoscono ai cancelli, il personale di sicurezza, lo stesso direttore Michele, l’addetta alle pulizie, la cassiera del bar dagli occhi sognanti, i responsabili della direzione. Se manca qualcosa rompe i coglioni a raffica finche non la ottiene, sempre.
Il Ciceri in arte ICE, uno che lavora di testa e pare non faccia niente solo perché non cammina con un piccone in spalla, potrebbe passare per uno scaltro menefreghista solo se chi lo osservasse lo facesse da superficiale “una caratteristica razziale in espansione” mentre come tutto lo STAFF ha anch’esso percorso ogni attimo interlocutorio mettendoci del suo (come tutto il sociale coinvolto) a dare in silenzio e senza ringraziamenti chiesti quella parte oscurata, ma assolutamente indispensabile che fa delle pubbliche relazioni la chiave che apre le porte.
Paolino, taglierino in mano e metri di moquette da tagliare a schiena curva, lo conosco ed è uno che fa per il piacere di fare, rientra nella sua etica non aspettarsi altro che la sua propria soddisfazione sul dare. Fa del giardinaggio, aiuoline e parcheggi con il buon Pela, figura d’ALTO spessore e capace nel dimostrarsi un tritalavoro che lascia il segno.
Giò, che se non facesse nulla per discrezione è come se mancando il peso dell’operazione solidificherebbe un quarto del progetto creativo. Aspettarsi da chi lavora meno di quanto abitualmente produce è assolutamente fuori luogo. Un solo difetto meraviglioso, troppo buono.
Liuk, un Grande uomo reduce da una prova sociale lasciata alle spalle per attaccarsi in malo modo “del tutto maldestro e criticabile” sulla difficile operazione di taglio maltrattando una sega a mano assolutamente innocua quanto impossibilitata a potersi difendere. Lo Sven impietosito sui maltrattamenti ha doverosamente istruito il taglialegna sulla differenza tra una scure e la lama da taglio dentata … lo Zen ed il rapporto sul legname.
Criss, o la forza della natura, ovvero l’istinto o la sola testa d’ariete? Irruento e con le mani dappertutto, trascinatore tale da trascinarsi esso stesso oltre i propri limiti. In tale condizione mi sono trovato esattamente alla sua età, il terreno di mezzo, quel campo instabile in cui la forza ha il sopravvento sulla ragione e tutto diventa come lo si vede, vale a dire per un universo dualistico, esattamente per metà. Ha dalla sua il vantaggio che gli auguro di cuore, la mia stessa meta ancora da raggiungere in quanto solo con l’altra metà della mela puoi dire l’ho veramente mangiata tutta. Novegro è un contributo sociale dove l’osservazione di un punto rende completamente ciechi su altri, forse ed in moltissimi casi, di maggiore importanza.


L’area tank è sotto la responsabilità di Colombo-Hausser … invitati d’onore “per guadagnati meriti sul campo, dovuti ad una certa arietta primaverile” che ne ha bonificato ossigenando un’associazione con tutte le premesse di saper crescere sul territorio nazionale. Gente decisa e lo si è visto con le loro prestazioni, ordine e pulizie come da regolamento in perfetto stile militare ne hanno disciplinato l’area a loro piacere. Lo Sven gongolava fingendo il solito muso duro per nascondere il bonaccione di sempre.
Demis è costretto fuori dei ranghi, la defezione lo richiama sul personale impegno familiare.
Andrea alias Tigrotto si scarica le quintalate RCIZZATE e si piazza nell’area ospite con i suoi gioielli in scala 1.6 BIGTANK.

Il sabato.

E’ fatta e lo si dice per incoraggiamento, perché dirlo fin dall’inizio si diventa dei veri temerari ma anche certi che ogni tassello minuscolo NON è stato trascurato (ovviamente limito la descrizione lasciando completamente fuori le altre sezioni associate si inviti alle ITT) altrimenti citerei persone conosciute solo per meno di un terzo neppure di persona.
L’area direzione STAFF – ITT si impegna con i cartellini, le pubbliche relazioni e le ultime richieste per poter accontentare tutti, i primi illustri arrivi, tutto si muove in un ritmo veloce, incontro i cuneesi acerbi e molto educati quasi timidi come macinatori di chilometri per esserci, Raff e Mia alias Misteria, con sulle spalle una tirata di mille e passa chilometri per non perdersi Novegro …… Gente Novegro, mi spiego?
Otto Carius con Michele, Pela in prima linea sui carica batterie con il lavelling sulle meccaniche, Dario smaneggia una sua creazione, un camion dei WF saetta sul tracciato, Liuk e la dolce Giulia arrivano sul posto, Criss sfoggia un sorriso inquietante dal fondo schiena impietosamente mostrato, l’area tank deborda carristi in abbondanza come da previsione … le forze militari pianificano con rigore ogni azione. Il Ciceri taglia i cartellini da assegnare, lo Sven ne misura il cordino e Madmacs fa il nodo … il Press, per abituale vizio si da al computer in cerca di schifezze rosa. Giò traffica con dei sospetti cartoni … saluto Silver e papà, come Jhonny gentile come sempre, Paolo con Biby di Malgrate con fratello e fidanzata, Daniele alias dadacat con la meraviglia meccanica. Arrivano i Persenico padre & filius, giù il cappello sull’internazionalità fatta materia. Paperino e Signora insindacabilmente presenti non potevano privarci la presenza. OTTO senza OTTA “inevitabilmente persa” è uno degli affezionati di Novegro che non manca alla pugna. Il Gianka che per non essere in ritardo è ai cancelli d’ingresso alle 6 e 45 svegliando lo Sven da un sonno angelico con un urlo “sono qui” …. Sì, ma dove? Sei lì da che parte, ca..o da dove telefoni, minkia, aprono tra un’ora! Ho fatto in fretta …. Te, non cè qui nessuno.
Arrivano in tanti e sono molti …. Chiedo perdono a chi non posso ricordare con lo stesso piacere d’altri.
Bore con Scooter, un piacere insieme con un pozzo di simpatia. Evviva i piemuntess …… con dentro il DNA l’imprint dell’antica capitale d’Italia. L’ICE volge lo sguardo e s’incrociano i miei, va tutto fin troppo alla GRANDE, il pubblico è cresciuto tutto intorno alle transenne, il fischietto di Colombo lacera l’area …. I tankisti si menano cannonate in faccia a più non posso, battle system a più non posso, regolarmente in assetto disciplinato da lasciare esterrefatti (e pensare che condividevano nel caos assoluto un’aria rarefatta densa di logorroiche anarchie sconclusionate) … evidentemente debellate al solo aprire una sana finestra.

Ora ci metto pure la domenica per non ripetermi citando nuovamente i presenti trascurando volutamente un sordido discorso che ha visto la turba indemoniata occupare un cunicolo lungo e stretto per due bocconi insipidi mandati giù con un dito d’acqua semplice in un silenzio sepolcrale. Direi d’inforcare i maniaci degli scatti fotografici modello Corona con intenti distruttivi sull’immagine angelica di qualche presente desideroso di conservarsi i maroni integri se travisato sul ritiro spirituale in quanto indifferente dalle tentazioni sul piatto e nella mente ci mette normalmente solo il breviario …. Orate frate e penitenziatevi dalle immagine false e bugiarde che di voi ne falsano gli aspetti.

Ed è domenica.

… ovvia levataccia, perché con uno come il Gianka come ci riposi? Sala di prima colazione deserta. Che fare? L’unico tavolino è occupato da una solitaria hostess …. Il Gianka, noto donnaiolo ruspante si fionda allo sbaraglio con lo stile di un toro in un negozio di porcellane … per maschia presenza sfoggia un frasario di scurrilità subito sfruttato dallo Sven, marpione incallito che con buonismo paternalistico lo reguardisce sulla buona educazione indispensabile verso una Signora dei voli internazionali di nome ….. non sposata … con figli … che passa 20 notti negli hotel e porta la taglia 46 indossando un pantalone perfetto che non rivela l’uso dell …. ma. Con un sottile profumo e la disponibilità a socializzare specie con uno riservato e non curioso come lo Sven che per non impicciare l’altrui figura s’impiccherebbe prima di arrecarLe il benche minimo disagio.
Si arriva ai cancelli e memore del giorno prima sbatto il personale d’ingresso sugli attenti avvertendo che i soliti sprovveduti senza i pass con le facce da smarriti mentali in arrivo dal resto del mondo, devono PASSARE senza nessun dispetto o richiami che mi portino al cancello altrimenti ….. il Siberia express li porta da IVAN sul fronte orientale. Minkia, si sentiva Sergio Leone all’opera sulla colonna sonora …………………… bestiaaaaaaa, per dirla alla Cipollino, che robaaaa!


… si chiacchiera con Daniele alias dadacat lo scultore sul metallo … Max ha problemi di frequenze … incontro finalmente Sharky con amici giunti da Modena con figli appresso, giornalista e personaggio nel mondo modellistico da sempre con una passione istancabile, arriva la TV sui BIGTANK con Tigrotto ai comandi in guida aliena, Snag Wedico propone la linea tedesca e il fischietto di Colombo lancia una nuova offensiva. Babbal con bionda compagna al seguito si fionda sui percorsi, la stanchezza lascia il posto a nuove energie raschiate dal fondo del barile e si affronta l’intervista televisiva dando all’area tank ospite il premio che si merita come presenza, il Vime gongola ed il Gianka parlotta con il foltissimo pubblico incuriosito, mentre il deka spikereggia spiegando le fasi sulla battle ….. spettacolo con un ordine incredibilmente mantenuto dalle truppe d’assalto, la TV filma il Gianka stacanovista del trial impegnato sul percorso e Colombo presenta il suo sito di tankisti felice come un neonato appena sfamato. Hausser gioca per vincere come sempre (è il destino dei carristi) e sa che non può fare del turismo senza essere battuto.
L’area ITT chiama per il brindisi aperitivo e quasi per caso lo Sven razzia il becchime come un avvoltoio cala sulla carcassa. Essì che i superstiti dei bagordi della sera prima nicchiano appena la vista di un bicchiere con una smorfia disgustata, reclute impreparate di fronte al nemico, robetta da Torgau, mezzeseghe da rimbalzo come questi gli IVAN se li bevono pisciando.
Come ignorare le Signore consorti con un abbraccio, madam lavelling con Fabio regolarmente in punizione per indisciplina e madam Leonessa … nonché la di sempre simpatica ammiratrice che ogni anno vuole una foto ricordo insieme, beate donne irresponsabili del loro potere, Robby e Riki di Pavia come sempre, il buon Tino sempre lo stesso di ogni anno, Dario di Modeltecnica con il figliolo in promozione commerciale, Marco di Parma un personaggio che incontro con piacere, il giorno prima è arrivato Otto Skorzeny, facce conosciute e strette di mano cordiali per tutti fanno da cornice alla festa annuale che si prospetta un successo annunciato di quelli da fare epoca.
Il rancio ……………………… la salama ferrarese di Sharky.
Sulla salama si dice solo conoscendola …. Sei ore di cottura lenta, avvolta in telo di cotone, non deve toccare i bordi della pentola, si assaggia caldissima, possibilmente con una buona polenta scura o anche purea, chi aggiunge delle verze o abbondanti verdure con tazze di brodo è un intenditore come chi la inonda di mostarda o ne intinge le fettine sottili nel peperoncino sott’olio …. E qui si entra nell’Olimpo del degustatore raffinato che ……….. lasciamo perdere e veniamo al rancio.
Salama fredda (un autentico sacrilegio in innominabile) che ha mandato al creatore una filippica di improperi all’addetto del riscaldamento spedito in Siberia da IVAN con una particolare nota sulle attenzioni del didietro …….. tale Ciciohrnya Kulatoscjon è stata avvisato di aprire un bordello e darci dentro di santa ragione ….. lo Sven ha già fornito i dati sui bonifici d’incasso.
…………….. vista la reticenza eeeeeeh ….. i postumi di alcuni ancora latenti sulla rinuncia del rancio il sacrificio è toccato al generoso Sven che senza nessuna pressione ha ripulito l’area pranzo ingollando per dispetto mezzo dito di buon vinello come circostanza, è strano come l’individuo ignori le bellezze naturali …………….. cosa centra? Centra, centra, o se centra.
Caffettino … un Rum … una stima sul taglio di un bel pantalone femminile portato bene … la solita vittima delle circostanze che accompagna il moroso in fiera … che dal come sé vestita uno sano di mente non spreca il suo tempo in fiera ma lo occupa sudando a letto ….. dicevo? Mi sono perso qualcosa.
Mi ributto nella mischia dando attenzione a chiunque o almeno lo spero di non avere trascurato altri. Sono anche abbordato da opportunisti in vena di slinguate per ottenere appoggi e compiacenze su certe presenze a casa del diavolo o di scambi di banner che non m’interessano nel modo assoluto e tantomeno alle ITT che sono ancora in molti a non averne capite le sue basi (e mi sta ben così, meno uno capisce e più ti rincorre) … Signori, i treni si prendono in corsa e le ITT non hanno stazioni, si correeeeeeeeee.
Colombo fischia … le battle insistono e fanno il loro spettacolo, la gente cresce con il pomeriggio inoltrato (mi ripeto, nell’altro capannone l’atmosfera e l’entusiasmo sale alle stelle con le gare dei fuori strada e piste, con all’esterno gli scoppiettari) … che descriva l’interno non vuol dire che ne ignori l’intera struttura invitata, assolutamente no.
Il Capo ICE inforca la cotenna colorata e si fionda sulla zona premiazioni …… l’attesa è snervante, siamo tutti sul cotto insostenibile e la tensione preme sulla perfezione (da fuori NON si possono conoscere i tempi e le condizioni impostate per uno spazio da riempire con dei tasselli d’incastro, il difetto è in agguato e nessuno se ne accorge) con una responsabilità che è vista e sostenuta solo dall’interno di una regia pianificata completamente vista come casuale e del tutto naturale dal superficialismo esterno. Basta dire che il Press, noto bacchettone precisino, ha persino dimenticato la macchina fotografica. Lo Sven è entrato in sofferenza per una questione d’anatomica artistica troppo presente. Il sapiente ICE sbrodolava salamelecchi a chiunque giustamente lo meritava assegnando ai rappresentanti associati i premi meritati lasciando la parola al presidente fieristico Pagliuzzi (che devo dire ha detto bene sullo sforzo generale impresso sulla buona volontà dei partecipanti) e dove personalmente senza averlo detto dalla pedana lo dico sul Giornale, Signori assenti, lontani e vicini (ce n’erano anche di vicinissimi nel rosicchiarsi le unghie, perché si sa che l’invidia è da sempre la madre degli ignoranti e questi non si sentano degli esclusi solo perchè non sanno) esistere è uno dei diritti inalienabili e dipende dalle genetiche sapersi distinguere o perire.


Contenti tutti si torna sulle aree per le ultimissime sgroppate sui percorsi che si devono abbandonare ancora per un banalissimo motivo finora ignorato e vale a dire quella ipotetica volontà trascurata di favorire degli impianti regionali permanenti a circuito chiuso onde permettere delle strutture tipo da sfruttare a pagamento ovviamente da tutte quelle brave persone che ritagliando del tempo libero proprio potrebbero allestire delle coreografie in luoghi aperti al pubblico portando cultura costruttiva insieme al compimento di un gioco che mostra il modellismo come una delle tante attività culturali di formazione giovanile dentro un contesto fin troppo evidente di un malessere sociale dove lo sbando non solo è favorito ma lasciato come un fenomeno oscuro da trascurare.
Sapete tutti che non sono un moralista e neppure un maestro di vita, e non sono il solo a pensarla così. Fingere di non vedere quello che sta attorno è diventare complici noi stessi di quel che non piace. Ho colto l’occasione come sempre faccio di dare attenzione a tutti e specialmente ai ragazzi giovani che avvicinano il modellismo RCIZZATO scoprendo una percentuale di individui con la testa al posto giusto per capire quello che molti così detti adulti hanno neppure sfiorato. Però vanno guidati, aiutati ed indirizzati dando l’esempio da seguire e questo si può fare solo con uno scopo costruttivo e senza mezze misure ….. poiché come dice l’ICE, chi cè, cè e chi non cè, ciccia.
Per chi mi legge e mi ascolta passo per uno che parla molto per dire tanto. Sbagliato cari miei, per dire bisogna saper ascoltare e l’arte dell’ascolto la conoscono in pochissimi. Non solo so ascoltare, ma so anche leggere “tra le righe” quello che dite ……. Già, sono in molti nell’ignorare che in quel che si dice esistono ampi spazi in cui quanto si cerca di nascondere è purtroppo visibile. Sorpresi? Peggio per voi di esservi accontentati di saper leggere e scrivere. Alla mia età continuo nello studio e non me ne vergogno, anzi ne traggo dei profitti enormi sul conoscere trovandomi spesso con una marcia in più di altri saccenti a buon mercato indottrinati a senso unico. Scusate la filippica, ma anche questo è modellismo.
Parlavo ascoltando l’autore dei mezzi WF con un interesse particolare …… un uomo con una professione, un altruista, uno che sa dare al prossimo senza chiedere (ma questa qualità la possiedono naturalmente in pochissimi) … incontrato sull’area ITT, silente ascoltatore interessato, se sa ascoltare è in gamba? Con una persona del genere attraverso il deserto senz’acqua sui due piedi. La cura certosina dei suoi mezzi mi rivela un carattere metodico, uno fuori delle righe qualunquistiche, una testa che ragiona da sola e lo fa dall’attenta analisi circostanziale. Ho incontrato alcune persone di notevole spessore sulla due giorni novegrina e qualche allocco stordito allo sbando.
Saluto l’ICE che abbandona per disfatta resistenza con un abbraccione, è andata la 2011 di Novegro.
Sono in molti a dover dare i saluti in un luogo che ha visto migliaia di visitatori con più della metà come operatori veri e propri del settore modellistico, i veri appassionati diranno in seguito di NON avere mai visto in italietta ultima in tutto ma pronta nel dimostrare quanto vale, uno sforzo coronato dal pieno raggiungimento degli obiettivi pianificati. Novegro dal di fuori può apparire come un bel regalo confezionato soltanto ai faciloni di belle pretese vocali, quel tipo che parla per dare aria alla lingua.
Sullo stato comatoso dello Sven stendo un velo pietoso, la sua età lo ha portato ancora a Novegro per una passione sconfinata e sono anni che dice è l’ultima, questa però ha fatto uscire una stanchezza mortale ….. la campana ha suonato un tocco d’ascoltare.
In un altro articolo …. Il successo di un mezzo fallimento. Parlo di come la perfezione non è di questo mondo e dei numeri ridottissimi di persone che si sono impegnate a fondo in questa faticata passionale che si dice finita solo, lasciando sul posto quello che si è trovato e qui senza togliere i meriti a nessuno ……………………. Si dovrebbe imparare a dare senza nemmeno immaginare un benche minimo ringraziamento, e neppure EVITARE di chiedere un aiuto se non se ne può più. Ognuno si responsabilizza in quello che porta e se ne fa carico del ritiro senza coinvolgere altri, che in ogni caso hanno se non materialmente portato sulle spalle, contribuito sul successo globale dell’azione come chiunque. Sempre rivolto sul tema precedente – successo mezzo fallimento – la fatica porta sull’esaurire delle energie a stati egoistici reattivi (uno stimolo porta una risposta … sempre sbagliata) dove uno poi si riconosce in pieno, quindi egoisticamente tutti possono agire di conseguenza una sola volta per non diventare sull’indice la persona scomoda da non poter contare in un gruppo esiguo di associati, questo è per ammettere che non potendo competere con chi ha meno anni di me, mi dissocio (come da due anni sto facendo) dal portare per non avere nulla da ritirare. Non ci sono bicchieri mezzi pieni e mezzi vuoti, direi piuttosto d’usare dov’è consentito tra persone intelligenti il buon senso e la tolleranza e mai, l’impulsività che nè fa scadere chi la usa invalidandone gli altri pur elevati valori. Non ho mai ritenuto nessuno meno intelligente di me e neppure preteso che altri possono fare quello che non abbia già fatto prima io stesso.

Come ogni giornale serio anche questa relazione diventa un testimone d’eventi e rimane a disposizione nel tempo, le copie postate sono ricavate dagli originali d’archivio e sono visibili anche in casi di perdite. Quanto si scrive serve per contribuire e per costruire e non per distruggere o lasciare il benche minimo problema in sospensione. Se mi prendo la briga di scrivere più di chiunque altro è per lasciare un ordine in ogni cosa e non dei confusi castelli in aria campati con punti di vista alterati. Chi identifica, come faccio io stesso, una falla o deficienza in un piccolo organico come il nostro, credo abbia per rispetto d’altri e come prima azione chiedersi, dove potrebbe avere esagerato un contributo arrivando a chiedere troppo da se stesso, arrivando alla sciocca conclusione da sentirsi autorizzato nell’aiuto ad altri. Sono certo che sul prossimo sforzo collettivo, una stretta riunione sarà riservata sulla conta effettiva dei presenti e si deciderà prima la programmazione dei singoli incarichi e spazi di responsabilità. Sono altrettanto certo che ognuno darà prova della sua personale abilità assumendo per intero il suo carico d’azione, senza nessuna interferenza sui compiti, azioni d’altri. Chiudo alla ICE ……. Chi cè, cè, e chi non cè ciccia.
È un simpatico modo di sdrammatizzare un gioco, perché un gioco se diventa un dovere “dare” dove uno non può, allora diventa un gioco di fastidio.

Il Giornale ringrazia.







Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5713
Data d'iscrizione : 09.02.11

Reporter Novegro 2011. Empty
MessaggioTitolo: Re: Reporter Novegro 2011.   Reporter Novegro 2011. EmptyVen 22 Apr - 17:52:41

...sfogliando una nota rivista di modellismo, con immenso piacere ho visto questo :

Reporter Novegro 2011. Scansiona2

Reporter Novegro 2011. Scansiona4

Reporter Novegro 2011. Scansiona5

Reporter Novegro 2011. Scansiona6

Reporter Novegro 2011. Scansiona


..sono grandi soddisfazioni che mi spingono a dare il meglio per questo Gruppo meraviglioso...le ITT :mrgreen: :mrgreen: con le associate CARRIRC sempre pronte al cannoneggiamento di primissima linea.


:geek:


Ultima modifica di Sven Hassel il Mer 4 Mag - 10:39:13, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5713
Data d'iscrizione : 09.02.11

Reporter Novegro 2011. Empty
MessaggioTitolo: Re: Reporter Novegro 2011.   Reporter Novegro 2011. EmptyVen 22 Apr - 18:01:50

.



....... le pubbliche relazioni aprono ogni porta solo a chi sa usare la lingua per fare ..... chi la usano per dire si devono accontentare di ruoli marginali, direi di eterni secondi ..... Sleep Sleep Sleep


.essere un giocatore d'anticipo significa non essere nella posizione d'attacco e tanto meno in quella di difesa .......... intanto che qualcuno pensa di ripetersi sulle creste di onde morte ....... lo Sven è appena ritornato dal pianeta Arturo con il futuro in saccoccia flower


. lol!


.chi vive nel passato ignora il futuro.
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5713
Data d'iscrizione : 09.02.11

Reporter Novegro 2011. Empty
MessaggioTitolo: Re: Reporter Novegro 2011.   Reporter Novegro 2011. EmptyMar 26 Apr - 14:39:34

.


... quel che più salta all'occhio dall'interesse esterno ...... è la manicale ansia di sentirsi indicati affraid Embarassed Embarassed Embarassed affraid come soggettivamente sotto continuati tiri messaggistici ..... ma per piacere, l'ho già scritto che chi s'impiccia d'altri perde la sua via study un'altra cultura da sapersi assumere è il silenzio, meglio che prendere lucciole per lanterne.

... esempio lampante, ammesso che una sottospecie di messaggio sia indirizzato altrove ..... ed uno stupido (significa portato a ripetersi) lo prenda su di lui ...... sapete che grosse risate si fanno degli altri ben più in grado e capaci di sfruttare l'opportunità Locale Locale Locale

.tacere ..... è l'oro in bocca.


Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5713
Data d'iscrizione : 09.02.11

Reporter Novegro 2011. Empty
MessaggioTitolo: Re: Reporter Novegro 2011.   Reporter Novegro 2011. EmptyMar 26 Apr - 14:47:56

.


Reporter Novegro 2011. 2z83p6x




......... perchè abbiamo invitato i tankisti esterni alle ITT?

Semplicemente come abbiamo voluto altri specialisti di rilevante peso in altri settori di presenza.

E qui in molti conoscendo il passato carrista dello Sven potrebbe pensare ad un amoretto personale, sbagliato!
Le faide e dico autentici scannatoi sono emersi attorno all'annunciato Novegro e queste speculazioni per esserci hanno dato fin dalla fine del 2010 un grande lavoro di selezione per (risanare) un ambiente completamente corrotto da interessi fortemente personali in cui imperava e trionfa tuttoggi un isolamento sotto la solita bandiera individualista e mi chiedo come certa gente del tutto asociale prosperi nell'interno di guppuscoli fallimentari.

La perfetta presenza coordinata dai responsabili di CARRIRC hanno ampiamente meritato l'articolo come altri gruppi esterni e come tutti si sono presentati alla due giorni ......... con il benestare giustamente meritato da chi ha fatto delle scelte impopolari attirandosi le ire degli esclusi (si sono sosicati dei fegati e vomitato ranocchi a puà) rifiutando a priori i principi d'ASSOCIAZIONE per ribadire d'essere i soliti di sempre.

Anche questa è politica oscura, silenziosa quanto indispensabile e fatta per quello che le immagini degli articoli riportano a galla.

.
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5713
Data d'iscrizione : 09.02.11

Reporter Novegro 2011. Empty
MessaggioTitolo: Re: Reporter Novegro 2011.   Reporter Novegro 2011. EmptyMar 26 Apr - 14:56:53

.


.... voglio proprio vedere i soliti pesci all'abbocco Question Question


... i giornalisti presenti che hanno curato i servizi su tutte le aree (6 su inviti) sono e fanno parte delle ITT come iscritti e come tali ospiti d'onore sull'ambito fieristico ...... sanno e conoscono a fondo il loro mestiere senza la necessità di spinte inutilmente promozionali e scrivono solo quanto ha di valore d'essere riportato e se citano qualcuno lo fanno come un contributo generalizzato sui meriti spesi nella medesima causa, quella del modellismo .... semplicemente riconoscendo dei principi insindacabili portati avanti da anni con successo ... e se qualcuno immagina di poter fare del meglio su Novegro ci provi!
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5713
Data d'iscrizione : 09.02.11

Reporter Novegro 2011. Empty
MessaggioTitolo: Re: Reporter Novegro 2011.   Reporter Novegro 2011. EmptyMer 27 Apr - 20:31:41

.



.... eeeeeeeeeeeeeeeeeeeeh ..... visto che i soliti pesci abboccano, aggiungo quanto vi manca da tempo per capire che in un sociale (qualsiasi opera in comune va nello stesso paniere) e non come meschino intendimento personale ..... sveglia, che lo ripeto da anni.


flower farao lol!


.

Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5713
Data d'iscrizione : 09.02.11

Reporter Novegro 2011. Empty
MessaggioTitolo: Re: Reporter Novegro 2011.   Reporter Novegro 2011. EmptyGio 28 Apr - 17:41:35

. affraid


.... azzzz .... oltre 50 visite in un sito (volutamente) tenuto sottotono in meno di due giorni, mi dicono con quale attenzione "e qui mi diverte parecchio" siamo costantemente seguiti flower



Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965

.
Torna in alto Andare in basso
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5713
Data d'iscrizione : 09.02.11

Reporter Novegro 2011. Empty
MessaggioTitolo: Re: Reporter Novegro 2011.   Reporter Novegro 2011. EmptyVen 29 Apr - 0:01:39

.



..... minkia, 20 visite in poche ore .... roba da matti, siamo nel mirino delle attenzioni ..... oltre 70 visite da ieri e per leggere che cosa???

... mi rivien da ridere Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965 Reporter Novegro 2011. 115965


flower
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




Reporter Novegro 2011. Empty
MessaggioTitolo: Re: Reporter Novegro 2011.   Reporter Novegro 2011. Empty

Torna in alto Andare in basso
 
Reporter Novegro 2011.
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Weapon X Codename Wolverine FanEdit 2011 DVDRip XviD-ViP3R
» Pan Negro (2011) DVDRip - Subbed ITA

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
carrirc.attivoforum.com :: IL GIORNALE DI SVEN-
Vai verso: