carrirc.attivoforum.com

Se il MEZZO MILITARE è il tuo INTERESSE, sei nel posto giusto...e il nostro Club è TUTTO GRATIS!
 
IndicePortaleGalleriaCercaRegistratiAccedi
Accedi
Nome utente:
Password:
Connessione automatica: 
:: Ho dimenticato la password
Cerca
 
 

Risultati per:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Statistiche
Abbiamo 84 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Teo640

I nostri utenti hanno pubblicato un totale di 21310 messaggi in 1449 argomenti

Condividi
 

  Come può capitare che un sito può decadere spegnendosi.

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Sven Hassel
Generale
Generale
Sven Hassel

Località (indirizzo completo) : Canzo
Età : 76
Messaggi : 5713
Data d'iscrizione : 09.02.11

 Come può capitare che un sito può decadere spegnendosi. Empty
MessaggioTitolo: Come può capitare che un sito può decadere spegnendosi.    Come può capitare che un sito può decadere spegnendosi. EmptyLun 17 Giu - 18:06:51

.

... ogni sforzo associato è retto in comune ...


Come può capitare che un sito può decadere spegnendosi.


Ogni apertura di siti pubblici per usi specialistici in aggregazioni, oppure di Club privè, sono corredati da una lista di regole accettate e sottoscritte “automaticamente” dai foreman che ne fanno poi parte.
Queste regole, comunque esse siano stillate, conducono in primis come responsabili sulle stesse regole i delegati amministratori che si rendono “garanti loro stessi” sulle regole ancora prima che queste siano osservate dagli iscritti frequentatori.
Possono normalmente seguire uno o più membri assegnati come parte vigilante chiamati moderatori, con responsabilità sulle regole e di mantenere il costante controllo che questi indici non siano assolutamente superati. L’eventuale insubordinazione o scorrettezza da parte di un foreman va dichiarata sulla sovversione della regola contraddetta e la segnalazione stessa della regola inficia la posizione del foreman, dando l’avviso a doverne sottostare come dovere d’iscritto oppure a doverne rinunciare immediatamente una continuazione scorretta.
Un amministratore (che ne abbia la vera qualifica) e non solo di nome, ma di carica e capacità elettive, è il primo a doverne rispondere a tutti gli iscritti e come “ospitante” riconoscendo che un sito e naturalmente un forum di discussioni, è un dominio pubblico insindacabile (vale a dire che senza una pubblica partecipazione un sito, o chi ne fa le veci non esiste). Cinquemila iscritti o uno solo, sono la linfa vitale per un’aggregazione, il sito NON ricopre nessun diritto di qualsiasi tipo come imposizioni per secondi fini una volta dichiarato nello specifico ramo d’appartenenza e Deve garantire le regole indicate senza mai venirne a meno. Dietro successive richieste proposte dai foreman si possono togliere o aggiungere regole disposte a portare ulteriori chiarezze per la soddisfazione di tutti. Le cause che spengono un sito sono addebitate a uno o due elementi nocivi che per cattiva educazione comportamentale hanno disgustato la sensibilità di altri foreman al punto di rinunciare come parti attive. Bravate non prese per insubordinazione, e trasgressioni sulle regole accettate per essere immessi in un forum sociale, lasciate in sospensione senza provvedimenti amministrativi, osservate da membri educati e socialmente inseriti in gruppi possono isolarsi immediatamente rifiutando di partecipare ad una sorta di prepotenze vomitate a discapito del rispetto altrui.
I foreman e nessun altro, possono assicurare un dialogo di lunga permanenza sociale diretto con fermezza non sulle opinioni di amministratori o sottoposti moderatori, ma solamente sulla stretta osservanza delle regole che ognuno ha sottoscritto all’ingresso. I foreman sono i diretti (sostenitori o distruttori) che determinano il successo continuato o il decadimento del sito d’appartenenza.
Nessuno che vanti altri titoli, fondatore, autore, sostenitore, sponsor, admin, moderatore, possono prevaricare in alcun modo le regole da loro stessi sancite. La mancata osservanza va segnala e corretta immediatamente e può causare la disdetta o l’estromissione del foreman che ne ha mancato la responsabilità DOVUTA agli iscritti. Non si chiede ad altri di osservare delle regole se queste non sono osservate da chi le ha sottoscritte. Chi manca di rispetto verso altri denuncia se stesso come un individuo che non sa rispettarsi, e questo si classifica come soggetto da isolare e se questo non accade sono altri a distaccare la presenza da un sito equivocato (frainteso come un sito elitario) scambiato anche da un solo elemento per un’osteria di terz’ordine.

L’insuccesso di ogni iniziativa incomincia andando contro agli stessi principi di fondazione.
Di partecipazione attiva dando il meglio come persona (e non fregiandosi per quello che si crede di fare modellisticamente).
Dimostrando il contributo sociale e morale rispettando il ruolo di ospite come si conviene, senza mancare una sola regola accettata per poterne di diritto farne parte.

Troppi infiltrati “scoperti” usano i siti come fonti di informazioni gratuite per un comodo egoico da usare per mettersi i cappelli in testa da primi della classe, e questo meschino mercato ha scoperto traffici riportati dopo essere stati manipolati a danno sempre del sito stesso d’appartenenza aumentando la diffidenza di seri foreman in odore di chiedersi dove sono capitati.

Chi piange sul latte versato ha trascurato un’operazione da controllare.

Il testo spiega come un sito può decadere …… e l’ho scritto un paio d’anni fa.

.


Torna in alto Andare in basso
 
Come può capitare che un sito può decadere spegnendosi.
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
carrirc.attivoforum.com :: IL GIORNALE DI SVEN-
Vai verso: